Contrasto alla violenza contro le donne e alla violenza contro gli animali in una iniziativa comune

Contrasto alla violenza contro le donne e alla violenza contro gli animali in una iniziativa comune

28/06/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 207

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1369 volte!

Il Cen­tro Stu­di per la Legal­ità, la Sicurez­za e la Gius­tizia (www.criminologia.org), una delle più antiche e pres­ti­giose asso­ci­azioni di crim­i­nolo­gi e scien­ziati foren­si ital­iana, fon­da­ta nel 1999, ha comu­ni­ca­to oggi di aver com­pi­u­to un atto stori­co in favore del­la tutela degli ani­mali. L’associazione, che svilup­pa tra l’altro ricerche e stu­di in favore delle vit­time del crim­ine, ha mod­i­fi­ca­to oggi il suo statu­to sociale, inseren­do anche gli ani­mali tra le cat­e­gorie vit­ti­mo­logiche a ris­chio e su cui ver­ran­no svolti uffi­cial­mente stu­di e inizia­tive di tutela. il respon­s­abile dell’associazione, il Dr. Mar­co Stra­no (che è anche il pres­i­dente del par­ti­to politi­co Riv­o­luzione Ani­mal­ista, ndr), ha dichiara­to che “questo è un pri­mo pas­so con­cre­to ma anche alta­mente sim­bol­i­co, com­pi­u­to dal­la comu­nità dei crim­i­nolo­gi ital­iani in favore del­la tutela degli ani­mali. Nei prossi­mi tem­pi è inten­zione del nos­tro Cen­tro Stu­di quel­la di aprire una “casa rifu­gio” per accogliere ani­mali mal­trat­tati e nel con­tem­po per svilup­pare inizia­tive for­ma­tive sul­la tem­at­i­ca del benessere ani­male ded­i­cate alle donne vit­time di vio­len­za. Negli ulti­mi anni, pros­egue Stra­no, siamo sta­ti, insieme a Francesca Sor­cinel­li di Link-Italia, tra i pochissi­mi crim­i­nolo­gi a pre­sentare delle relazioni sul mal­trat­ta­men­to ani­male ai con­gres­si inter­nazion­ali di crim­i­nolo­gia. All’inizio i nos­tri col­leghi ci han­no un po’ snob­ba­to poi han­no dovu­to com­in­cia­re a riconoscere la peri­colosità e la grav­ità dei cri­m­i­ni nei con­fron­ti degli ani­mali. E inten­di­amo ora dedi­care una parte delle risorse eco­nomiche e orga­niz­za­tive dell’associazione in loro favore. Una “casa rifu­gio” per l’accoglienza  di ani­mali mal­trat­tati ed abban­do­nati, per la quale sono già state rac­colte le risorse eco­nomiche nec­es­sarie, ver­rà quin­di real­iz­za­ta nei prossi­mi mesi in Sabi­na, dove il CSLSG ha una sede oper­a­ti­va”. L’iniziativa ver­rà svilup­pa­ta con la col­lab­o­razione dell’Associazione BeFree, che si occu­pa di pro­mozione del lavoro in favore di donne mal­trat­tate e con l’Associazione Link-Italia Aps, che stu­dia e pro­muove inizia­tive sul­la cor­re­lazione tra vio­len­za nei con­fron­ti degli ani­mali e vio­len­za nei con­fron­ti degli umani. Sod­dis­fazione e plau­so sono giun­ti da vari ambi­en­ti politi­ci e isti­tuzion­ali rispet­to all’iniziativa e il Par­ti­to Riv­o­luzione Ani­mal­ista ha già invi­a­to il suo patrocinio ufficiale.