Marino. Dante a BiblioPop: vette e baratri. Commozione e scorza umana. No, non sono sufficienti un paio d’ore! Occorre fare di più!

Marino. Dante a BiblioPop: vette e baratri. Commozione e scorza umana. No, non sono sufficienti un paio d’ore! Occorre fare di più!

25/06/2021 0 Di Maurizio Aversa

Hits: 207

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1156 volte!

Alessio Mar­tinel­li alla fis­ar­mon­i­ca, accom­pa­gna l’at­tore Camil­lo Mar­cel­lo Cior­cia­ro, durante la Lec­tura Dan­tis del V can­to del­l’In­fer­no a BiblioPop


E’ vero sono infine giun­ti, gra­di­tis­si­mi, i com­pli­men­ti e gli applausi per tut­ti. Per la dot­tores­sa Mar­ti­na Michelan­geli, pre­sa in fal­lo dal momen­to di com­mozione da cui è sta­ta sopraf­fat­ta. In quel momen­to di voce rot­ta, di pathos, di lacrime riman­date indi­etro, pro­prio in quei sec­on­di le decine e decine di inter­venu­ti res­pi­ra­vano insieme, sof­frivano insieme, sper­a­vano insieme! Che dire poi del gran­dis­si­mo attore Camil­lo Mar­cel­lo Cior­cia­ro che ha inter­pre­ta­to con una immedes­i­mazione del­la voce, del cor­po e del flu­i­do che lan­ci­a­va perenne alla platea – com­pos­ta di tan­tis­sime donne soprat­tut­to — che qua­si a dis­pet­to non si com­pren­de­va come il resto cir­costante non assumesse le sem­bianze delle descrizioni par­ti­co­lareg­giate che il Poeta, suo tramite, ci descrive­va. Otti­ma­mente ese­gui­ta la sim­biosi musi­cale a base di fis­ar­mon­i­ca di Alessio Mar­tinel­li cui gius­ta­mente è fini­ta altra parte di ringrazi­a­men­ti apprez­za­men­ti e applausi. Mer­i­tati, dici­amo pure non di cir­costan­za, quel­li trib­u­tati a Ven­Pred libre­ria e alla sua mad­ri­na Anna­maria e a Bib­lioPop che imme­di­ata­mente, appe­na giun­ta la pro­pos­ta di questo even­to da orga­niz­zare, ha com­pre­so quale spes­sore e poten­za pote­va e può venire fuori da ques­ta collaborazione.

La dot­tores­sa Mar­ti­na Michelan­geli, col “suo” Dante, in atte­sa di roporre una mirabile ese­ge­si del V can­to alla ric­ca platea di Bibliopop


Intel­li­gen­za tec­ni­ca di oper­a­tori cul­tur­ali, bon­tà eccel­sa di stu­diosi, come Michelan­geli, e di inter­preti come Cior­cia­ro e Mar­tinel­li son ingre­di­en­ti, che già a cal­do, fig­u­rar­si ad anal­iz­zare bene, saran­no sicu­ra­mente ogget­to di nuo­va pro­gram­mazione. Del resto, il sito è mag­nifi­co, la rispos­ta del pub­bli­co fan­tas­ti­ca ed entu­si­as­ta. Non ci si può pro­prio accon­tentare “sem­plice­mente” di aver “assag­gia­to” Dante: occorre pre­dis­porre le cose affinchè sia divo­ra­to da tut­ti. E con tutte le dec­li­nazioni umane: ogni sin­go­la pas­sione, pro­prio com’è rap­p­re­sen­ta­ta nell’opera som­ma! Alla prossi­ma Lec­tura Dan­tis, a presto a BiblioPop.