COMMERCIO, ASSOTUTELA: “PERICOLO USURA. VICINI AGLI IMPRENDITORI IN DIFFICOLTA’”

COMMERCIO, ASSOTUTELA: “PERICOLO USURA. VICINI AGLI IMPRENDITORI IN DIFFICOLTA’”

27/04/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 72

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 449 volte!

“Rilan­ci­amo doverosa­mente l’al­larme lan­ci­a­to nelle scorse ore dal­l’Uf­fi­cio Stu­di di Con­f­com­mer­cio, sec­on­do cui, nel 2020, il fenom­e­no usura è cresci­u­to in maniera peri­colosa, ossia ben 14 pun­ti per­centu­ali rispet­to all’an­no prece­dente, por­tan­do a trovar­si in questo tragi­co peri­co­lo 1 impren­di­tore in più su 4, sen­za con­sid­er­are le 300mila imp­rese a ris­chio chiusura. Pesano, come intu­ibile, la man­can­za di liq­uid­ità e le dif­fi­coltà di acces­so al cred­i­to, ma anche l’assen­za di un piano pre­ciso sulle ria­per­ture, la cui man­can­za, ones­ta­mente, non può più essere gius­ti­fi­ca­ta dal­la sus­sis­ten­za del­la pan­demia in cor­so. Inutile aggiun­gere che, il tut­to, pos­sa portare un van­tag­gio alle orga­niz­zazioni crim­i­nali, le prime ad inserir­si in queste situ­azioni dif­fi­cili ed a ren­der­le, evi­den­te­mente, anco­ra più dram­matiche ed irre­versibili. Occorre denun­cia­re, sebbene sia com­pren­si­bile il tim­o­re di ritor­sioni che, di con­seguen­za, si potreb­bero subire. Ma non deve pas­sare un mes­sag­gio di pau­ra e di rasseg­nazione, ben­sì di sper­an­za e cor­ag­gio: a tal propos­i­to, ci met­ti­amo a dis­po­sizione per con­sigliare ed assis­tere, sia a liv­el­lo giuridi­co che di sup­por­to psi­co­logi­co, attra­ver­so fig­ure spe­cial­iz­zate, gli impren­di­tori in dif­fi­coltà, i lavo­ra­tori coin­volti tut­ti ed i loro famil­iari. Occorre resistere: nel frat­tem­po, aus­pichi­amo che, chi di dovere, si deci­da ad attuare un piano di rilan­cio nel­l’im­me­di­a­to, per­chè già oggi potrebbe essere davvero tardi”.

Così, in una nota, Michel Mar­i­ta­to, pres­i­dente di Asso­Tutela, e Mar­co Vale­rio Verni, avvo­ca­to dell’associazione.