Lazio, Assotutela: “Oltre il Covid, una sanità da rifondare”

Lazio, Assotutela: “Oltre il Covid, una sanità da rifondare”

09/04/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 98

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 438 volte!

“Con­tin­ua sen­za sos­ta la nar­razione di una san­ità regionale risana­ta. Com­pren­di­amo l’esaltazione per i dis­creti risul­tati rag­giun­ti con le vac­ci­nazioni ma ci sor­prende la non­cu­ran­za con cui si con­tin­ua a sor­volare sul­la grav­ità del­la situ­azione in cui ver­sa la san­ità in gen­erale”. Lo dichiara Asso­Tutela che spie­ga: “Nei pron­to soc­cor­so le attese con­tin­u­ano a essere dev­as­tan­ti: i malati in barel­la sono accer­chiati da altri com­pag­ni di sof­feren­za, ciò dimostra che non c’è solo la pan­demia ma i ver­ti­ci region­ali forse lo han­no dimen­ti­ca­to. Sarebbe invece il caso che il pres­i­dente Zin­garet­ti inter­venisse – incalza la asso­ci­azione — non c’è tem­po da perdere, il servizio san­i­tario regionale è in sovrac­cari­co da mesi. Le ambu­lanze ferme con pazi­en­ti a bor­do sono la espres­sione del fal­li­men­to”. Asso­tutela si sof­fer­ma sul­la recente sen­ten­za del Con­siglio di Sta­to sul San Gia­co­mo. “Se gli ammin­is­tra­tori region­ali facessero più atten­zione a ciò che scrivono i giu­di­ci, forse fareb­bero un esame di coscien­za. Anche Palaz­zo Spa­da reagisce di fronte alla man­na­ia che ha taglia­to negli anni 3.600 posti let­to e chiu­so 16 ospedali. A tut­to ciò – attac­ca Mar­i­ta­to — si aggiun­ga la caren­za di per­son­ale medico e infer­mieris­ti­co e il resto è sto­ria recente. Ci dicono che siamo in guer­ra e noi chiedi­amo di finir­la con le parole e pas­sare ai fat­ti. Assumere medici e infer­mieri sen­za ritar­di ulte­ri­ori è un dovere morale e un obbli­go ges­tionale. Non si vin­cono le guerre sen­za eserci­ti”, chiosa Assotutela.