Marino/Ciampino. Il compagno Augusto Candi ci ha lasciato insegnamento e pegno che non possiamo che raccogliere e continuare a portare avanti: l’idea e gli ideali comunisti.

Marino/Ciampino. Il compagno Augusto Candi ci ha lasciato insegnamento e pegno che non possiamo che raccogliere e continuare a portare avanti: l’idea e gli ideali comunisti.

17/03/2021 0 Di Maurizio Aversa

Hits: 240

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1067 volte!

Ste­fano Ender­le, seg­re­tario PCI Marino


“Molti cit­ta­di­ni, e, soprat­tut­to, molti com­pag­ni e com­pagne han­no appre­so con tris­tez­za la notizia di Augus­to che non c’è più. – esor­disce un com­mosso Ste­fano Ender­le, seg­re­tario del­la sezione PCI di Mari­no (sezione che si occu­pa anche del­la inizia­ti­va polit­i­ca dei comu­nisti a Ciampino) – Abbi­amo apprez­za­to le molte voci che si sono espresse per quel ruo­lo “pre­sente ma non invadente” di cui Augus­to Can­di era capace e che ne trat­teggia­va il suo pro­fi­lo sociale e politi­co. Per questo – pros­egue il seg­re­tario comu­nista del ter­ri­to­rio Ciampino-Mari­no – quan­do abbi­amo prova­to a com­mentare tra di noi, abbi­amo subito scel­to di vol­er ren­dere noto un gesto sem­plice, ma di una forza stra­or­di­nar­ia che il com­pag­no Can­di ha volu­to com­piere lo scor­so anno. Erava­mo all’inizio delle restrizioni del­la pan­demia, il 5 mar­zo 2020 esat­ta­mente, e così come ci ave­va chiesto in prece­den­za, Augus­to volle incon­trare la seg­rete­ria del Par­ti­to. Ci disse per due ragioni: vol­e­va conoscere quan­ta attiv­ità cul­tur­ale noi offriva­mo al sosteg­no di Bib­lioPop e ne vol­e­va vedere i frut­ti; e poi, per dar­ci una cosa. Fu quin­di così, che gra­zie alla disponi­bil­ità del Pres­i­dente Ser­gio San­ti­nel­li, accogliem­mo Augus­to Can­di a Bib­lioPop rac­con­tan­dogli di come le nos­tre energie, unite a quelle di molte altri cit­ta­di­ni e cit­ta­dine, aman­ti del­la cul­tura e spin­ti da pro­gres­so e con­di­vi­sione sociale, cer­cava­mo di dif­fondere cul­tura a por­ta­ta di tut­ti in mille modi,. Dai lib­ri, alla let­tura in grup­pi degli stes­si, dal­la pre­sen­tazione di opere ed autori, alle mostre e con­veg­ni e cosi via. Augus­to, in modo asciut­to, ma sin­cero e diret­to, ci fece i com­pli­men­ti e ci incitò a pros­eguire. – con­tin­ua Ste­fano Ender­le – Poi, ci disse che dove­va con­seg­nar­ci una cosa. Che era per la sezione PCI.

Augus­to Can­di, stori­co comu­nista di Ciampino, con­s­gna alla sezione PCI di Mari­no, nelle mani del seg­re­tario Ste­fano Ender­le, l’ul­ti­ma bandierà che sven­tolò nel­la sede comu­nista ciampinese


. Noi ci guardammo incu­riosi­ti. Lui riv­olto a tut­ti i pre­sen­ti, ma con­seg­nan­dola a me, quale seg­re­tario, mi con­seg­nò l’ultima bandiera del PCI stori­co che, ci disse, era nel­la sede comu­nista di Ciampino. Voglio che la teni­ate voi per poter­la con­ser­vare e ripro­porre politi­ca­mente insieme alle idee e ide­al­ità che il comu­nis­mo com­por­ta. Ci fece com­muo­vere per­ché aggiunse che nel panora­ma attuale sul vas­to ter­ri­to­rio si fida­va di noi, di quan­to andi­amo costru­en­do da tem­po e del­la sicurez­za che avrem­mo con­tin­u­a­to così. Ebbene – con­clude il seg­re­tario del PCI – con la stes­sa deter­mi­nazione e con­vinci­men­to Augus­to già sa che noi da Mari­no come da Ciampino e da ogni parte del nos­tro Paese, ogni comu­nista con­tin­uerà nel suo nome e in quel­lo di molti altri comu­nisti a portare avan­ti quel­la bandiera e quelle idee.”. Las­ci­amo infine alle stesse parole attribuite pos­tume ad Augus­to che sono apparse su FB quale suo con­ge­do da tut­ti: “Ecco­mi qua. Questo è il mio ulti­mo salu­to. Las­cio ques­ta vita che tante sod­dis­fazioni mi ha ris­er­va­to e una splen­di­da famiglia che mi è sta­ta vici­no, fino all’ul­ti­mo, con amore incon­dizion­a­to. Man­do a tut­ti voi un grande abbrac­cio speran­do di essere ricorda­to come una per­sona ones­ta e sin­cera. Ques­ta per me sarebbe un grande vit­to­ria. Buona vita a tut­ti. HLVS”.