Marino/Ciampino. Acab/BiblioPop APS: sindaca di Ciampino, ma come si permette? Questo è tempo di umanesimo e cultura, non di libri al macero!

Marino/Ciampino. Acab/BiblioPop APS: sindaca di Ciampino, ma come si permette? Questo è tempo di umanesimo e cultura, non di libri al macero!

10/03/2021 0 Di Maurizio Aversa

Hits: 182

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 964 volte!

Il Pres­i­dente di Acab/BiblioPop, Ser­gio Santinelli


“Sig­no­ra Sin­da­ca Daniela Bal­li­co, lei svolge un ruo­lo che le è sta­to affida­to da un voto popo­lare. – si riv­olge così, Ser­gio San­ti­nel­li, Pres­i­dente dell’Associazione che gestisce Bib­lioPop a S. Maria delle Mole — Quin­di è la legit­ti­ma rap­p­re­sen­tante delle isti­tuzioni mas­sime ter­ri­to­ri­ali di Ciampino. Noi che non siamo nep­pure cit­ta­di­ni di Ciampino, ma sem­pli­ci vicinis­si­mi con­fi­nan­ti pur se un tem­po in uni­ca area ammin­is­tra­ti­va, ci sen­ti­amo col­pi­ti e dan­neg­giati da quel­la che è una denun­cia pub­bli­ca vista in queste ore sui media locali. Ci rife­ri­amo al fat­to che un suo provved­i­men­to ammin­is­tra­ti­vo ha dato attuazione con lo sfrat­to del­la locale Pro Loco; e, come se non bas­tasse, l’ha fat­to eseguire con tan­to di sup­pel­let­tili, stru­men­ti d’uffici, archivi e lib­ri, car­i­cati fisi­ca­mente e por­tati al macero o in dis­car­i­ca! E’ una cosa tal­mente incivile che non rius­ci­amo a com­pren­dere come potrà gius­ti­fi­care un sim­i­le com­por­ta­men­to. Glielo comu­ni­co pub­bli­ca­mente per­ché il Comi­ta­to Esec­u­ti­vo che gui­da l’Associazione vuole che la addi­ti come fran­ca­mente incom­pren­si­bile ed anti­cul­tur­ale. – pros­egue l’esponente di Bib­lioPop – A noi inter­es­sa par­ti­co­lar­mente ogni cosa acca­da a Ciampino, non tan­to e non solo per­ché comu­ni, data la vic­i­nan­za, sono parec­chi prob­le­mi e quin­di pos­si­bili inter­ven­ti pos­i­tivi, pen­si solo alla vicen­da Appia Anti­ca, o inizia­tive cul­tur­ali estese come le feste popo­lari di Cava dei Sel­ci, del Cipol­laro e altro. Noi abbi­amo un moti­vo in più: infat­ti gra­zie alla nos­tra attiv­ità, di Bib­liote­ca popo­lare, rice­vi­amo con­tribu­ti fat­tivi, con per­sone che imp­ie­gano il loro tem­po, ed altre per­sone che sono fruitori dei nos­tri pic­coli servizi cul­tur­ali, prove­ni­en­ti pro­prio da Ciampino. Si, ci sono res­i­den­ti di Ciampino, cit­ta­di­ni di Ciampino, che oper­a­no social­mente e cul­tural­mente tra i due comu­ni. In questo caso dan­do anche una mano a Bib­lioPop. Quin­di – con­clude San­ti­nel­li, a nome di tut­ta l’Associazione – come si per­me­tte di tron­care azioni di cul­tura, asso­ci­azion­is­mo cul­tur­ale propos­i­ti­vo che ha all’interno del ter­ri­to­rio ammin­is­tra­to? Come si per­me­tte di attac­care il volon­tari­a­to sociale e cul­tur­ale con tali scelte? La invi­ti­amo a porvi rime­dio in qualche modo, nonos­tante il grave noc­u­men­to che già ha arreca­to. Esprim­i­amo tut­ta la sol­i­da­ri­età alla Pro Loco sfrat­ta­ta e, nei lim­i­ti del­la con­cretez­za pos­si­bile offri­amo la nos­tra disponi­bil­ità. Viva la cul­tura, viva i libri!”.