Covid, Assotutela: “Vaccino, desecretare clausole contrattuali”

Covid, Assotutela: “Vaccino, desecretare clausole contrattuali”

26/02/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 485 volte!

“Ormai è noto a tut­ti il sis­tema adot­ta­to per la acqui­sizione dei vac­ci­ni sul mer­ca­to inter­nazionale. Si dice che alcu­ni Pae­si abbiano con­trat­ta­to il prez­zo con le multi­nazion­ali, offren­do di più di altri che mag­a­ri ave­vano già sot­to­scrit­to con­trat­ti con la stes­sa azien­da e si sareb­bero visti ‘sfi­lare’ le dosi dal miglior offer­ente”. Lo dichiara Asso­Tutela Michel che insiste: “alcu­ni illu­mi­nati gior­nal­isti han­no ben descrit­to tale dis­dicev­ole andaz­zo e bene ha fat­to il pre­mier Draghi ad alzare la voce in sede inter­nazionale”. Il pres­i­dente si inter­ro­ga poi sulle clau­sole con­trat­tuali: “non vor­re­mo che, con­sid­er­a­ta la seg­retez­za degli accor­di, gli stes­si siano sta­ti con leg­gerez­za igno­rati in alcune par­ti, specie quelle che atten­gono alle date di con­seg­na. Le cose sono due – dice anco­ra Asso­tutela – o in sede con­trat­tuale non sono state indi­cate quan­tità, date di con­seg­na ed even­tu­ali penali atte a scon­sigliare azzar­date manovre di mer­ca­to, oppure i quan­ti­ta­tivi des­ti­nati al nos­tro Paese potreb­bero essere sta­ti ‘dirot­tati’ al miglior offer­ente. Il solo pen­siero fa rab­bri­v­idire ma allo­ra si dovrebbe esigere la ‘des­ec­re­tazione’ delle clau­sole con­trat­tuali”, chiosa l’associazione.