A Marino migliora il menù delle mense scolastiche

A Marino migliora il menù delle mense scolastiche

23/02/2021 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 487 volte!

A Marino migliora il menù delle mense scolastiche

Aumenta sicurezza e qualità delle pietanze

L’impegno dell’Amministrazione pros­egue dan­do mas­si­ma atten­zione alle mense sco­las­tiche sul piano nutrizionale e del­la qualità. 

Gra­zie alla parte­ci­pazione dei Gen­i­tori, delle Scuole, del­la Mul­ti­servizi e dell’Amministrazione si pro­cede ver­so il miglio­ra­men­to del servizio attra­ver­so la revi­sione dei menù.

Da sem­pre atten­ti alle neces­sità nutri­tive dei nos­tri ragazzi, nei giorni scor­si si è svol­ta la pri­ma riu­nione tra il nuo­vo Comi­ta­to Men­sa, la Soci­età Mul­ti­servizi dei Castel­li di Mari­no e l’Amministrazione comu­nale. Ogget­to del­l’in­con­tro è sta­to la mod­i­fi­ca del menù delle mense sco­las­tiche al fine di ren­der­lo più appetibile, miglio­rare l’apporto nutrizionale, sen­za trascu­rare sta­gion­al­ità, vari­età e bilan­ci­a­men­to nutri­ti­vo degli ali­men­ti e, lad­dove pos­si­bile, coni­u­gare il con­cet­to di “KM0” in asso­ci­azione alle col­ture bio­logiche locali, sem­plic­ità e minor manipo­lazione pos­si­bile degli alimenti.

Il peri­o­do di emer­gen­za san­i­taria che sti­amo viven­do, ci ha costret­ti ad adeguare il servizio men­sa. In alcu­ni casi la con­seg­na del pas­to avviene diret­ta­mente al ban­co, impo­nen­do per ragioni di sicurez­za accorg­i­men­ti ulte­ri­ori nel menù. Oltre a questo, da otto­bre, vi è sta­ta un’importante svol­ta “green” con l’abbattimento al min­i­mo del­la plas­ti­ca (vedi post https://bit.ly/3pIJPqD). Sono sta­ti introdot­ti piat­ti com­posta­bili ed è sta­ta con­seg­na­ta ad ogni bam­bi­no una bor­rac­cia per l’acqua in modo da abbat­tere l’uso del­la plas­ti­ca. Il bilan­cio di questi tre mesi ha mostra­to, tut­tavia, anco­ra qualche crit­ic­ità dovu­ta, ad esem­pio, alla neces­sità di una costante aer­azione degli ambi­en­ti, causa Covid, che deter­mi­na un raf­fred­da­men­to più rapi­do dei cibi. Inoltre, il mate­ri­ale com­posta­bile dei piat­ti tende ad assor­bire mag­gior­mente il condi­men­to, facen­do risultare le pietanze ecces­si­va­mente asciutte.

Indi­vid­u­a­ta la causa, la Mul­ti­servizi, a cui va il mer­i­to di aver saputo rior­ga­niz­zare rap­i­da­mente la ges­tione dei pasti, ha adegua­to l’aer­azione delle aule e dei locali men­sa, che avver­rà pri­ma e dopo il pas­to, men­tre alle pietanze ver­rà aggiun­to mag­gior condi­men­to, per las­cia­re inal­ter­ata l’appetibilità dei cibi.

Una atten­zione par­ti­co­lare è sta­ta ris­er­va­ta alla dif­fi­coltà di sbuc­cia­re alcu­ni frut­ti, si sta val­u­tan­do di intro­durre, in via sper­i­men­tale e una vol­ta a set­ti­mana, una mousse di mela o una mace­do­nia. Una prob­lem­at­i­ca, tut­tavia, che andan­do incon­tro alla sta­gione esti­va dovrebbe venir meno. Noto­ri­a­mente prugne, albic­oc­che e pesche risul­tano di più facile consumo.

 

Tra le varie pro­poste prese in esame, si è par­la­to anche  di “cibi fred­di” e si è anche ipo­tiz­za­to di intro­durre dei cibi “curiosi” in gra­do di sus­citare l’interesse dei bam­bi­ni, sti­molan­doli ad “assag­gia­re” le nuove pietanze.

A breve sarà vagli­a­ta la nuo­va offer­ta ali­menta­re e mes­sa a con­fron­to con il vec­chio menù dove Mul­ti­servizi farà la sin­te­si di tutte le neces­sità pale­sate. Quan­to sta­bil­i­to sarà poi invi­a­to all’attenzione di un nutrizion­ista e sot­to­pos­to alla ASL di com­pe­ten­za per essere validato.

Da ulti­mo, la Soci­età Mul­ti­servizi fornirà all’Amministrazione l’elenco di tut­ti i for­n­i­tori abit­u­ali per pot­er per­me­t­tere la trac­cia­bil­ità del­la fil­iera alimentare.

L’attenzione scrupolosa alle indi­cazioni rel­a­tive alla cor­ret­ta ali­men­tazione è una pri­or­ità di ques­ta Ammin­is­trazione. Un’alimentazione varia ed equi­li­bra­ta è alla base di una vita salutare. Un’alimentazione inadegua­ta, di con­tro, oltre a incidere sul benessere psi­co-fisi­co, rap­p­re­sen­ta uno dei prin­ci­pali fat­tori di ris­chio per l’insorgenza di numerose malat­tie croniche.

Sec­on­do l’Organizzazione Mon­di­ale del­la San­ità, cir­ca 1/3 delle malat­tie car­dio­vas­co­lari e dei tumori potreb­bero essere evi­tati gra­zie ad una equi­li­bra­ta e sana ali­men­tazione. Ecco per­ché è nec­es­saria la mas­si­ma atten­zione; il momen­to del­la refezione sco­las­ti­ca è un “momen­to educa­ti­vo”, lezione teori­co-prat­i­ca di buone maniere, con­viven­za civile, social­iz­zazione, con­di­vi­sione, sen­so di grup­po e di cor­ret­ta alimentazione.

L’attenzione ai det­tagli fa la dif­feren­za tra una cosa ben fat­ta ed una approssi­ma­ti­va. Ques­ta Ammin­is­trazione con­sid­era l’alimentazione dei ragazzi argo­men­to di pri­maria impor­tan­za, per­ché una sana gioven­tù oggi, sarà una popo­lazione migliore domani. 

Il rispet­to di noi stes­si com­in­cia dal cibo che usi­amo per nutrirci.

Car­lo Colizza

Sin­da­co di Marino