Covid, Assotutela: “Nel Lazio grandi strutture ma vaccini a rilento”

Covid, Assotutela: “Nel Lazio grandi strutture ma vaccini a rilento”

18/02/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 255 volte!

“Ci fa piacere con­statare come la Regione Lazio stia ten­tan­do di dare un’accelerata alle vac­ci­nazioni, con l’allestimento di gran­di cen­tri vac­ci­nali, come l’Auditorium o una maxi strut­tura pres­so l’aeroporto di Fiu­mi­ci­no”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Emi Mar­i­ta­to che spie­ga: “ci las­cia un po’ più per­p­lessi il sim­bo­lo assun­to per carat­ter­iz­zare tale cam­pagna vac­ci­nale: la sfor­tu­na­ta prim­u­la lan­ci­a­ta dal com­mis­sario all’emergenza Domeni­co Arcuri, in col­lab­o­razione con l’archistar Ste­fano Boeri, appas­si­ta pri­ma di fiorire”. Mar­i­ta­to spie­ga le ragioni di tale insuc­ces­so: “i padiglioni pre­fab­bri­cati con il fiore impres­so sopra dove­vano essere real­iz­za­ti per le vac­ci­nazioni, sec­on­do l’ideatore. In totale se ne era­no pre­visti 1.200 come ‘seg­no di rinasci­ta’. Il prog­et­to si è trasfor­ma­to, purtrop­po, nell’ennesimo flop del vul­cani­co com­mis­sario all’emergenza. Il cos­to di un padiglione ammon­ta a 409 mila euro, per i 1.200 pre­visti avrem­mo rag­giun­to l’iperbolica cifra di 490 mil­ioni 800mila: con tale cifra si potrebbe pro­cedere alla ristrut­turazione non di uno ma di due ospedali dismes­si di gran­di dimen­sioni”, com­men­ta Mar­i­ta­to. “Con­sid­er­a­ta l’importanza di immag­i­ni e sim­boli nel­la comu­ni­cazione adot­ta­ta per ques­ta pan­demia, sarebbe il caso che la Regione Lazio per rispet­to dei cit­ta­di­ni las­ci fiorire le primule sulle ter­razze e nei gia­r­di­ni – con­tin­ua a spie­gare il pres­i­dente — can­cel­lan­dole quale emble­ma di una cam­pagna vac­ci­nale mes­sa con­tin­u­a­mente in dis­cus­sione, con­sid­er­a­ta la lentez­za con cui pro­cede. Si ten­ga con­to – pre­cisa Mar­i­ta­to — che la stes­sa Regione Lazio, che si appresta­va ad acquisire ‘le primule vac­ci­nali’, ha sem­pre rifi­u­ta­to il restyling degli ospedali For­lani­ni e San Gia­co­mo chiusi da anni, per caren­za di fon­di, priv­i­le­gian­do usare pre­fab­bri­cati per tutte le attiv­ità legate alla pandemia”.