Sofia Buscè: “Bisogna avere  il coraggio di mostrarsi per chi si è realmente”

Sofia Buscè: “Bisogna avere il coraggio di mostrarsi per chi si è realmente”

14/02/2021 0 Di Carola Piluso

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 128 volte!

Sofia Buscè il 15 gen­naio ha pub­bli­ca­to il suo sin­go­lo d’e­sor­dio e sep­pur molto gio­vane ha già molto chiara la stra­da pro­fes­sion­ale da per­cor­rere. Noi abbi­amo scam­bi­a­to qualche chi­ac­chiera con lei e l’artista ci ha sve­la­to chi si nasconde dietro “Mile­na”, tito­lo del sin­go­lo, e il suo pun­to di vista musicale.

Rac­con­taci di Mile­na, chi è e cosa rappresenta? 

Chi è, forse la doman­da che mi è sta­ta pos­ta di più, gius­ta­mente, ma al tem­po stes­so non pen­sa­vo avrebbe desta­to tut­ta ques­ta curiosità. È sicu­ra­mente una per­sona che ho conosci­u­to, più di una. in realtà rileggen­do­mi e rias­coltan­do­mi mi sono accor­ta che anche io a volte sono sta­ta “Mile­na”. I suoi atteggia­men­ti, che rap­p­re­sen­tano chiusura nei con­fron­ti del­l’al­tro, pos­sono sem­brare com­por­ta­men­ti di una per­sona forte che non ha bisog­no degli altri, o almeno così pen­sa­vo anche io, ma poi ho real­iz­za­to che in realtà sono seg­ni che nascon­dono gran­di debolezze e insi­curezze, quin­di, al con­trario, Mile­na tiene attorno a sè per­sone che non sem­pre sti­ma pur di non restare sola.

Pen­si che nel­la musi­ca c’è chi indos­sa maschere? 

Vor­rei rispon­dere di no, ma purtrop­po pen­so di sì. Dico “purtrop­po” solo per il mio modo di vedere e inten­dere la musi­ca, che è quin­di espres­sione di sin­cer­ità e del­la nos­tra vera essen­za. Bisogna avere anche il cor­ag­gio di mostrar­si per chi si è real­mente, ma spes­so si ricorre a maschere per mille e mille motivi, non giu­di­co chi lo fa, bas­ta e avan­za il pub­bli­co per questo, che finché la maschera fun­ziona è schier­a­to dal­la pro­pria parte, il prob­le­ma è se la maschera cade.. lì poi non ci sono molte alternative.

Musi­cal­mente con Mile­na hai volu­to creare un nuo­vo mood, par­laci del suo proces­so creativo? 

Era esat­ta­mente questo l’o­bi­et­ti­vo, pen­so che l’o­rig­i­nal­ità non vada cer­ca­ta, risiede in noi, quin­di anche qui, ho sem­plice­mente espres­so me stes­sa. Io sono una con­t­a­m­i­nazione di cul­ture, così come la mia musi­ca, con­t­a­m­i­na­ta da i diver­si generi musi­cali che mi han­no accom­pa­g­na­ta fino ad oggi. È una can­zone nata pianoforte e voce, era molto soul all’inizio, poi l’ho por­ta­ta in stu­dio, ha suona­to il pianoforte Natalio Man­galavite che ha regala­to un sound latin/jazz, poi l’ag­giun­ta finale delle chi­tarre suonate da Mar­co Rinal­duzzi le han­no dato un vesti­to pop, quin­di il sound finale è decisa­mente un grande mis­cuglio di mondi.

In quale genere musi­cale ti iden­ti­fichi di più? 

Scelta ard­ua. Ogni genere mi iden­ti­fi­ca e mi rende ciò che sono, sono tut­ti impre­scindibili. Se devo scegliere, scel­go la musi­ca Soul per­ché è quel­la con cui sono cresciuta.

Da dove trai ispi­razione per la tua musica? 

Chissà.. quan­do scri­vo lo fac­cio sen­za pren­dere rifer­i­men­ti, mi focal­iz­zo solo sul mio modo di vol­er esprimere qual­cosa. Sicu­ra­mente i miei ascolti in qualche modo a volte entra­no den­tro le can­zoni, forse Noa è l’artista dal­la quale mi sen­to più ispi­ra­ta per­chè la ascolto da sempre.

Hai mai pen­sato di parte­ci­pare a un talent?

Sì, soprat­tut­to ver­so i miei 18 anni, età in cui non ero anco­ra autrice dei miei brani. All’e­poca avrei volu­to parte­ci­pare come inter­prete. Sono con­tenta di non aver­lo fat­to, sarebbe sta­to trop­po presto e ho ragione di pen­sare che mi sarei bru­ci­a­ta la car­ri­era. C’è un tem­po gius­to per ogni cosa e bisogna essere molto soli­di pri­ma di parte­ci­pare ad un tal­ent sec­on­do me.

Stai lavo­ran­do a nuovi prog­et­ti? Puoi antic­i­par­ci qualcosa? 

Asso­lu­ta­mente sì, sti­amo lavo­ran­do da più di un anno in stu­dio, quin­di in cantiere abbi­amo tan­to da farvi ascoltare. Presto, anco­ra non so dirvi esat­ta­mente quan­do, uscirà qual­cosa di nuo­vo. Cer­co di essere atti­va sui social, insta­gram soprat­tut­to, mi svelo molto lì. Quin­di vi sor­pren­derò presto!