Assotutela: “Fondi per il sociale: serve trasparenza da Regione Lazio”

Assotutela: “Fondi per il sociale: serve trasparenza da Regione Lazio”

15/01/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 388 volte!

“Ė il 3 dicem­bre del 2020 quan­do la giun­ta regionale del Lazio appro­va un provved­i­men­to che sbloc­ca 39 mil­ioni di euro per fron­teggia­re l’e­mer­gen­za sociale causa­ta dal Covid-19. Lo annun­cia l’assessore alle Politiche sociali, wel­fare ed enti locali Alessan­dra Tron­car­el­li”. Lo rende noto il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Emi Mar­i­ta­to che spie­ga: “i fon­di dovreb­bero essere uti­liz­za­ti per il raf­forzare gli inter­ven­ti a favore delle per­sone frag­ili, per piani­fi­care azioni nell’ambito del­la dis­abil­ità, dell’assistenza domi­cil­iare, del­la non auto­suf­fi­cien­za, del­la famiglia, di minori e di anziani”. Nelle ulte­ri­ori pre­cisazioni, si fa ril­e­vare che le risorse dovreb­bero assi­cu­rare i cosid­det­ti Lea, liv­el­li essen­ziali delle prestazioni sociali ma c’è un vul­nus. “Ci inter­pel­lano numerosi cit­ta­di­ni, poten­ziali fruitori dei servizi, che van­no dall’assistenza domi­cil­iare con ‘care­giv­er’ all’offerta res­i­den­ziale e semi­res­i­den­ziale, pas­san­do per inter­ven­ti anti-Covid e ci seg­nalano che non ci sarebbe trasparen­za nel­la erogazione dei con­tribu­ti. Sec­on­do le dichiarazioni dell’assessore, i fon­di sareb­bero quel­li non vin­co­lati, stanziati dal 2014 des­ti­nati ai dis­tret­ti san­i­tari e non anco­ra uti­liz­za­ti che dovreb­bero essere ‘ripro­gram­mati’”, con­tin­ua il pres­i­dente. “Non si com­prende per­ciò – incalza Mar­i­ta­to – per­ché a pre­cise richi­este di acces­so agli atti di orga­niz­zazioni civiche del dis­tret­to 3 del­la Asl Roma 4, gli uffi­ci pre­posti abbiano rispos­to pic­che. Così come in altri con­testi. Reputi­amo tut­to questo inac­cetta­bile e sare­mo al fian­co dei cit­ta­di­ni, anche con la dovu­ta assis­ten­za legale se necessaria”.