ROMA, ASSOTUTELA: “TAGLI A SERVIZI SOCIALI IN BILANCIO E’ NON VOLER BENE A CITTÀ”

ROMA, ASSOTUTELA: “TAGLI A SERVIZI SOCIALI IN BILANCIO E’ NON VOLER BENE A CITTÀ”

13/01/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 270 volte!

“La scelta del Campi­doglio di tagliare fino al 30% le risorse eco­nomiche des­ti­nate ai servizi sociali per i Municipi è asso­lu­ta­mente illog­i­ca e scri­te­ri­ata. Quel­lo volu­to del Campi­doglio è sostanzial­mente un bilan­cio lacrime e sangue, che non sod­dis­fa le esi­gen­ze e le neces­sità del tes­su­to col­let­ti­vo, per­al­tro immer­so in una crisi sociale ed eco­nom­i­co sen­za prece­den­ti, dovu­ta all’emergenza pan­dem­i­ca in atto. A fronte di tut­to questo, dunque, la nos­tra asso­ci­azione si sarebbe aspet­ta­ta uno sfor­zo mag­giore e uno stanzi­a­men­to ben più soli­do per il com­par­to dei servizi sociali di Roma, stori­ca­mente vici­no ai cit­ta­di­ni dis­agiati e più frag­ili. E non ci mer­av­igliamo delle recen­ti proteste in mer­i­to: la sin­da­ca Rag­gi e l’amministrazione capi­toli­na stan­no purtrop­po dimostran­do di non vol­er bene alla Cap­i­tale d’Italia”.

Così, in una nota, il pres­i­dente di Asso­tutela, Michel Emi Maritato