“L’esplosione di Napoli sia di monito al Lazio”

“L’esplosione di Napoli sia di monito al Lazio”

08/01/2021 0 Di Marco Montini

Hits: 92

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 658 volte!

“Non ci las­cia indif­fer­en­ti la notizia arriva­ta in mat­ti­na­ta da Napoli, dove pres­so il nuo­vis­si­mo Ospedale del Mare si è ver­i­fi­ca­ta un’esplosione che avrebbe potu­to avere gravis­sime con­seguen­ze”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Emi Mar­i­ta­to, che spie­ga: “un boa­to segui­to da defla­grazione ha provo­ca­to una vor­agine pro­fon­da cir­ca 20 metri nell’area di parcheg­gio anti­s­tante il noso­comio più nuo­vo del capolu­o­go cam­pano. Era­no le 6:30 – rac­con­ta il pres­i­dente — quan­do la forte esplo­sione ha rot­to il silen­zio provo­can­do un sig­ni­fica­ti­vo ced­i­men­to dell’asfalto che ha inghiot­ti­to tre auto in sos­ta, di pro­pri­età dei dipen­den­ti ospedalieri di turno nei repar­ti”. Da immag­inare la conci­tazione prova­ta nel­la nuo­vis­si­ma strut­tura san­i­taria ammin­is­tra­ta dal­la Asl Napoli 1, i cui ver­ti­ci assi­cu­ra­no comunque di aver por­ta­to avan­ti l’attività assi­cu­ra­ta da grup­pi elet­tro­geni. “Anche se l’episodio non riguar­da la Regione Lazio – chiarisce il pres­i­dente — ci chiedi­amo però con quali modal­ità e nel rispet­to di quali cri­teri di sicurez­za siano effet­tuate opere strut­turali del­i­catis­sime nei nuovi ospedali”. Per questo, Mar­i­ta­to riv­olge un moni­to alle autorità san­i­tarie region­ali del Lazio: “Chiedi­amo una imme­di­a­ta ver­i­fi­ca sul­la sicurez­za degli impianti di gas med­icale in tut­ti gli ospedali del­la nos­tra regione, al fine di evitare che sim­ili sci­agure si ripetano”.