Marino/Cuba. Appassionata, veritiera, corrispondenza da Cuba.

Marino/Cuba. Appassionata, veritiera, corrispondenza da Cuba.

21/12/2020 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1323 volte!

Mau­ro Avel­lo, seg­re­tario del cir­co­lo Italia Cuba, Gino Donè di Marino


Dai salu­ti infor­mali alla vig­ilia del 16, il giorno in cui Mau­ro Avel­lo, seg­re­tario del cir­co­lo dell’Associazione di ami­cizia Italia Cuba, a Mari­no, pres­so Bib­lioPop, ha riv­olto parole di com­mi­a­to, è trascor­so qualche giorno. Ma, non appe­na l’attivista, che tan­ti cari affet­ti ha nell’isola caraibi­ca, ha potu­to “toc­care con mano”, sia dialo­gan­do con espo­nen­ti, rap­p­re­sen­tan­ti e con le tante per­sone del popo­lo e dei quartieri e vil­lag­gi che fre­quen­ta, ha sen­ti­to il bisog­no di comu­ni­care imme­di­ata­mente la diret­ta tes­ti­mo­ni­an­za che sta viven­do. Per questo Avel­lo ha invi­a­to agli asso­ciati che sono a Mari­no e in Italia, una vera e pro­pria cor­rispon­den­za da Cuba. Scrive il seg­re­tario: “ Caris­sime e caris­si­mi, come saprete sono arriva­to a Cuba già da qualche giorno, ero par­ti­to dall’ Italia con più di un pun­to inter­rog­a­ti­vo nel­la mente. Mi doman­da­vo cosa avrei trova­to arrivan­do a Cuba tra Covid 19, il movi­men­to San Isidro, l’u­nifi­cazione mon­e­taria, e le solite dif­fi­coltà dovute al crim­i­nale bloc­co degli Usa. A leg­ger­la sui social sem­bra­va una Cuba sot­toso­pra e invece.… Invece la soli­ta Cuba: cacia­rona e dis­ci­plina­ta, atten­ta ed accogliente, fer­ma nel difend­ere i suoi prin­cipi e decisa nel­lo scom­met­tere anco­ra sul­la pro­pria capac­ità di rein­ventare un social­is­mo a misura d’uo­mo, decisa a difend­er­lo da quel­l’im­pe­ri­al­is­mo ottuso a stelle e strisce tan­to dis­umano quan­to ridi­co­lo. – così, offren­do descrizione diret­ta, con­tin­ua Mau­ro Avel­lo — Rigide le mis­ure di pre­ven­zione , il tam­pone in aero­por­to, la dis­tan­za sociale le mascher­ine fino alla quar­an­te­na in casa in atte­sa del sec­on­do tampone…nessuna dero­ga, e non solo da parte delle autorità, è la gente stes­sa che non ci sta ad ammalar­si e pre­tende che si rispet­ti­no le regole e i pro­to­col­li per con­tenere il virus. Il tut­to col soli­to sor­riso il soli­to calore e la soli­ta uman­ità che ti fa sen­tire sicuro e pro­tet­to più che a casa tua.
La Cuba di sem­pre con la sua arte di inventare la vita ed affrontare ogni avver­sità ed ogni sfida.
E San Isidro? (la paven­ta­ta “riv­ol­ta” sostenu­ta, man­co a dir­lo, imme­di­ata­mente dai media statu­niten­si, ndr) Immag­i­no che frus­trazione deb­bano sen­tire sti poveri amer­i­cani per l’en­nes­i­mo golpe fal­li­to. Per i cubani il movi­men­to San Isidro è una cosa ridi­co­la. Non ha rice­vu­to nes­sun appog­gio dal popo­lo che al con­trario ha iso­la­to i mer­ce­nari riconoscen­do subito la manovra sporca degli Usa. Non ci sono proteste di mas­sa con­tro il gov­er­no ne som­mosse ne molo­tov lan­ci­ate qua e là. Una gio­vane riv­o­luzionar­ia cubana di 90 anni, ami­ca del­la padrona di casa dove sto pas­san­do la quar­an­te­na, ieri, mi con­sigli­a­va di stare atten­to ad inter­net per­ché è con l’in­for­mazione manipo­la­ta che “l’im­pero” sta provan­do a desta­bi­liz­zare il sis­tema più che all’in­ter­no di Cuba. La gente è molto più atten­ta alla rifor­ma eco­nom­i­ca, all’u­nifi­cazione del­la mon­e­ta e all’au­men­to del cos­to del­la vita. C’è molto fer­vore e mol­ta parte­ci­pazione su questi temi che rap­p­re­sen­tano un cam­bi­a­men­to impor­tante nel­la vita di tut­ti. È su ques­ta rifor­ma e non sui mer­ce­nari di San Isidro che i cubani ripon­gono la sper­an­za di miglio­rare la pro­pria con­dizione eco­nom­i­ca e di super­are le dif­fi­coltà dovute al bloc­co, ed è per questo che stan­no incalzan­do il gov­er­no affinché il prez­zo di alcu­ni beni non aumen­ti trop­po. Un bel momen­to di pas­sione civile. – con­tin­ua nel suo rac­con­to in diret­ta, il seg­re­tario del cir­co­lo mari­nese — Con un gov­er­no riv­o­luzionario, poi, capace di ascoltare la gente e mod­i­fi­care le pro­prie scelte in base a ciò che gli viene crit­i­ca­to, non c’è San Isidro che tenga.….

L’inizia­ti­va golpista SanI­sis­dro, in ques­ta denun­cia con gli USA che tira­no i fili


A presto per ulte­ri­ori aggior­na­men­ti. Nel frat­tem­po vi invio da parte mia e di tut­to il diret­ti­vo tan­ti auguri di Buone Feste! Feliz navi­dad y feliz año nue­vo !!! “. Così, con questo salu­to finale, il seg­re­tario del cir­co­lo “Gino Donè” di Mari­no, con­fer­ma che la riv­o­luzione per­ma­nente del­la repub­bli­ca social­ista di Cuba pros­egue… nonos­tante il crim­i­nale “bloc­co” ormai sostenu­to solo da USA e Israele.