Referendum e lingottini. Avello (Essere Marino): No alla vendita.

Referendum e lingottini. Avello (Essere Marino): No alla vendita.

28/11/2020 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1103 volte!

Mau­ro Avel­lo, por­tav­oce di Essere Marino

“Finché era rimas­ta con­fi­na­ta alla super­fi­cie del­la quo­tid­i­an­ità degli sbriga­tivi post dei social, pote­va somigliare ad una cosa da stra­paese” – com­men­ta Mau­ro Avel­lo, por­tav­oce di Essere Mari­no -. “Invece, c’è sta­ta neces­sità che autorevoli per­son­al­ità politiche ed intel­let­tuali inter­venis­sero per dare la gius­ta valen­za ad un ritrova­men­to che non è tale, e ad una vicen­da sostanziale che appare più un bene imma­te­ri­ale da uti­liz­zare che non di un fasul­lo tesoret­to. Nonos­tante ciò – pros­egue Avel­lo – ed inopinata­mente, richia­man­do un pre­sun­to prin­ci­pio di parte­ci­pazione, il Comune a gui­da M5S ha indet­to addirit­tura un Ref­er­en­dum. Ora, – con­clude il por­tav­oce del­la coal­izione comu­nista e di sin­is­tra – vis­to che la Giun­ta ha volu­to indire addirit­tura un ref­er­en­dum tra il 25 novem­bre e il 5 dicem­bre, in varie modal­ità; e con­sid­er­a­to che comunque la cosa più impro­pria per un Comune è “vendere”, noi ci sen­ti­amo per il rispet­to del bene pub­bli­co, per il buon sen­so ver­so i des­ti­natari degli omag­gi, e per la tutela del buon nome del­la cit­tà di Mari­no, di indi­care, a chi volesse parte­ci­pare a ques­ta sor­ta di con­sul­tazione, la soluzione numero due: ricon­seg­na. Per­ché sarebbe una bel­la occa­sione riv­i­vere una espe­rien­za del pas­sato, ben­e­fi­cian­do di scam­bio sin­cero, sen­za lucrare due spiccioli”.
(https://esseremarinonet.wordpress.com/Portavoce, Mau­ro Avel­lo mail:esseremarino2020@gmail.com https://www.facebook.com/Essere-Marino-2020–106277407970797
Questo il sito di Essere Mari­no, una pag­i­na FB e altri modi per rice­vere que­si­ti, sug­ger­i­men­ti e indi­cazioni. Restando comunque sem­pre a dis­po­sizione per con­tat­ti personali.