LUNGOTEVERE, ASSOTUTELA: ESPOSTO SU CICLABILE AL FLAMINIO NEL DEGRADO”

LUNGOTEVERE, ASSOTUTELA: ESPOSTO SU CICLABILE AL FLAMINIO NEL DEGRADO”

27/11/2020 0 Di Marco Montini

Hits: 105

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1307 volte!

“La mobil­ità sosteni­bile è un tema di asso­lu­ta­mente ril­e­van­za in una cit­tà come Roma e non può essere affronta­to con sem­pli­ci azioni spot, ben­sì con una pro­gram­mazione di lun­go respiro che ad oggi tut­tavia sta ogget­ti­va­mente man­can­do”. A affer­mar­lo, in una nota, è il pres­i­dente del­la asso­ci­azione Asso­tutela, Michel Emi Mar­i­ta­to, e l’avvo­ca­to del­la asso­ci­azione, Angela Leonar­di. “Quan­to rac­con­ta­to in queste ore dalle cronache medi­atiche in mer­i­to alla pista cicla­bile che si estende su lun­gote­vere Flaminio con­fer­ma le nos­tre pre­oc­cu­pazioni: la ciclovia infat­ti pre­sen­ta aval­la­men­ti, scali­ni, buche, man­to diss­es­ta­to e si trasfor­ma in un vero e pro­prio per­cor­so ad osta­coli per i ciclisti di turno, con gravi rischi per la pub­bli­ca inco­lu­mità. Chiedi­amo dunque al Campi­doglio come sia sta­to pos­si­bile prog­ettare un trac­cia­to del genere, così sco­mo­do e degrada­to. Forse, sarebbe il caso di inter­venire e ridare dig­nità a un per­cor­so cicla­bile che, se riqual­i­fi­ca­to, potrebbe essere molto utile alla comu­nità capi­toli­na”, con­cludono il pres­i­dente di Asso­tutela e l’avvo­ca­to di Assotutela.