Tiziano Ferro, I Sansoni, Cirinnà: tutti per Arcigay Palermo

Tiziano Ferro, I Sansoni, Cirinnà: tutti per Arcigay Palermo

23/11/2020 0 Di Francesca Marrucci

Hits: 306

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1678 volte!

Tiziano Ferro, I Sansoni, Monica Cirinnà: personalità dello spettacolo e della politica si mobilitano per Arcigay Palermo

Il 2020, in occa­sione del 40esimo anniver­sario del­la fon­dazione di Arci­gay a Paler­mo, avrebbe dovu­to essere un anno di attiv­ità e cel­e­brazioni rese impos­si­bili dall’episodio pan­demi­co: tut­to si spos­ta online, com­pre­si gli inter­ven­ti di per­son­al­ità note e del tes­su­to atti­vo che tra gli auguri di buon com­plean­no si schier­a­no in sosteg­no del­l’as­so­ci­azione pro­muoven­do la rac­col­ta fon­di “Il nos­tro orgoglio al Mas­si­mo”.

“Ci sono tan­tis­sime per­sone che sof­frono e han­no tan­tis­si­mo bisog­no di sup­por­to: ci pen­sa Arci­gay Paler­mo” Così il can­tau­tore Tiziano Fer­ro chia­ma al dono in favore di uno spazio sicuro che non può e non deve chi­ud­ere i bat­ten­ti: nel 40esimo anniver­sario dal­la nasci­ta di Arci­gay a Paler­mo si mobil­i­tano attivisti e attiviste, volon­tari e volon­tarie ma anche per­son­al­ità del mon­do del­la polit­i­ca come Lau­ra Boldri­ni e Mon­i­ca Cirin­nà, volti noti del panora­ma  musi­cale come Tiziano Fer­ro e del­lo spet­ta­co­lo come I San­soni che attra­ver­so dei bre­vi video augu­ra­no buon com­plean­no all’as­so­ci­azione e si schier­a­no in sosteg­no del­la rac­col­ta fon­di “Il nos­tro orgoglio al Mas­si­mo”. I video sono con­di­visi sui canali social di Arci­gay Paler­mo oltre che attra­ver­so i canali uffi­ciali di chi ha volu­to sostenere la rac­col­ta fon­di che avrebbe dovu­to essere svilup­pa­ta soprat­tut­to nel cor­so di incon­tri, attiv­ità e cel­e­brazioni ma che a causa del­la pan­demia è sta­ta trasfor­ma­ta in un’es­pe­rien­za di attivis­mo online. 

“Abbi­amo sposta­to sulle piattaforme online il rac­con­to col­let­ti­vo del lavoro di Arci­gay con la voce delle per­sone che han­no attra­ver­sato gli spazi del­l’as­so­ci­azione — spie­ga Mar­co Ghezzi, pres­i­dente di Arci­gay Paler­mo – per­sone a cui in qualche modo Arci­gay ha dato voce negli ulti­mi 40 anni apren­do spazi ai dirit­ti di tutte e tut­ti: adesso è Arci­gay, per la pri­ma vol­ta, a chiedere aiuto”.

 

Non aven­do potu­to orga­niz­zare even­ti di aut­o­fi­nanzi­a­men­to la sede di Arci­gay Paler­mo è a ris­chio: è a ris­chio la casa di tante per­sone che nelle Officine Arcobaleno “Giusep­pina Cac­cia­tore” pos­sono essere sé stesse. È a ris­chio la sede di La Migra­tion, sportel­lo di sosteg­no legale e psi­co­logi­co di Arci­gay Paler­mo che aiu­ta le per­sone migranti Lgbt+ nel­l’iter di richi­es­ta di pro­tezione inter­nazionale, ma anche la sede di test rapi­di, anon­i­mi e gra­tu­iti per Hiv e altre infezioni ses­sual­mente trasmis­si­bili (oltre 5mila negli ulti­mi tre anni). Questo è anche il luo­go in cui si svol­go­no gra­tuita­mente for­mazione e coun­sel­ing oltre a incon­tri politi­co-assem­bleari e momen­ti di social­ità e aggregazione. Tra le altre attiv­ità in cor­so alle Officine Arcobaleno c’è l’allestimento di una bib­liote­ca, l’unico archiv­io stori­co Lgbt+ in Sicil­ia, che oggi con­ta già sei­cen­to volu­mi. Non soltan­to il canone d’af­fit­to e le uten­ze del pic­co­lo, ma impor­tante spazio in via Rosa alla Gioiamia, alle spalle del­la Cat­te­drale: con i fon­di recu­perati si andrà a finanziare anche un impor­tante prog­et­to ded­i­ca­to alle scuole, che spes­so sono luoghi di dis­crim­i­nazione e dis­a­gio come emerge da uno stu­dio di Arci­gay stes­sa e avval­orato dai ricer­ca­tori del­l’U­ni­ver­sità di Milano Bic­oc­ca, che reg­is­tra ten­den­ze sui­cide in un ado­les­cente Lgbt su 4 e depres­sione su due ado­les­cen­ti su 4. Dati che in relazione alle per­sone trans si rad­doppi­ano: a pen­sare di porre fine alla pro­pria esisten­za sono due ado­les­cen­ti trans su 4. “Rice­vi­amo molte richi­este di inter­ven­ti nelle scuole, soprat­tut­to da parte di stu­den­ti ma spes­so anche da diri­gen­ti e inseg­nan­ti – dice Ghezzi – il più delle volte accade però quan­do già il bullis­mo di matrice omo­trans­fo­bi­ca è rad­i­ca­to e si sono ver­i­fi­cati episo­di vio­len­ti e pre­oc­cu­pan­ti. L’in­ten­zione è quin­di di strut­turare un Grup­po Scuo­la in Arci­gay coin­vol­gen­do inseg­nan­ti, stu­den­ti e attivisti che vogliono met­ter­si a dis­po­sizione per le attiv­ità nelle scuole.”

Nei video tro­vi­amo soci attivisti, volon­tari e per­son­ag­gi vici­ni alla causa che augu­ra­no un buon com­plean­no ad Arci­gay Paler­mo, riconoscen­do che dopo quarant’anni l’associazione oggi è un pat­ri­mo­nio del­la cit­tà e dell’intera Italia: Arci­gay Paler­mo è la più anti­ca asso­ci­azione LGBT ital­iana anco­ra in attività.

 

Han­no parte­ci­pa­to, fino a oggi, Mon­i­ca Cirin­nà, Sen­a­trice del­la Repub­bli­ca ital­iana, pri­ma fir­ma­trice del­la legge che ha isti­tu­ito le unioni civili. Lau­ra Boldri­ni, Dep­u­ta­ta ed ex Pres­i­dente del­la Cam­era dei Dep­u­tati. Ser­gio Lo Giu­dice, Pres­i­dente ono­rario di Arci­gay e Sen­a­tore del­la Repub­bli­ca ital­iana, il can­tau­tore Tiziano Fer­ro, il Pres­i­dente di Arci­gay nazionale Luciano Lo Popo­lo e Seg­re­tario Gen­erale Nazionale Gabriele Piaz­zoni, Vera Gheno, soci­olin­guista e tradut­trice, Jen­nifer Guer­ra, scrit­trice e gior­nal­ista, Tul­lio Prestileo, virol­o­go e Diri­gente Medico UOC di Malat­tie Infet­tive ARNAS Ospedale Civi­co-Ben­fratel­li di Paler­mo e il duo comi­co I San­soni.

Link alla campagna di crowdfunding:

https://www.produzionidalbasso.com/project/il-nostro-orgoglio-al-massimo/