Roma. PCI Lazio su vera misura anticrisi:Cento miliardi per l’Italia

Roma. PCI Lazio su vera misura anticrisi:Cento miliardi per l’Italia

30/10/2020 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1605 volte!

La stet­ta di mano tra Mar­co Onofrio e il seg­re­tario nazionale del PCI al momen­to del­la sua iscrizione al partito


“Par­tendo da una sem­plice con­statazione, il Tesoro ha emes­so titoli per 22 mil­iar­di. – dice il seg­re­tario del PCI Lazio, Oreste del­la Pos­ta — E l’offerta di acquis­to è sta­ta di otto volte supe­ri­ore e tutte le altre emis­sioni di 8 e 12 mil­iar­di han­no avu­to richi­este supe­ri­ori. Si è ver­i­fi­ca­to che sono sta­ti com­prati titoli con inter­esse neg­a­ti­vo e con inter­es­si molto bassi. Gli ulti­mi han­no avu­to un inter­esse o,50 %. Oggi è da con­statare che le economie francese e tedesca non godono di otti­ma salute, in questo quadro l’economia ital­iana si difende molto bene. – sot­to­lin­ea il seg­re­tario regionale comu­nista — La nos­tra forza è anche dovu­ta al forte risparmio pri­va­to, e quest’anno si sti­ma che i deposi­ti ban­cari aumenter­an­no di cir­ca mille mil­iar­di di euro. L’Italia in ques­ta fase è deter­mi­nante per man­tenere la UE in pie­di. Che fare? La rispos­ta è sem­plice: il Tesoro emet­ta titoli per cen­to mil­iar­di di euro, per uti­liz­zarli per rilan­cia­re il sis­tema pro­dut­ti­vo e san­i­tario. – pro­pone Del­la Pos­ta — E’ bene ricor­dare che da mar­zo a set­tem­bre il Gov­er­no non ha fat­to nul­la per poten­ziare i trasporti, le infra­strut­ture, la buro­crazia, le assun­zioni nel pub­bli­co, dove man­cano 500.000 lavo­ra­tori. E’ bene notare che l’ultimo DPCM emes­so dal Gov­er­no è sbaglia­to ed inutile. Bas­ta ricor­dare la chiusura di bar e ris­toran­ti alle 18.00 che appare una misura solo ves­sato­ria. Mis­ure che si aggiun­gono, alla crisi strut­turale che vede i lavo­ra­tori suc­cu­bi di un cap­i­tal­is­mo di rap­ina che pro­duce dram­mi come la Wirphool e sfrut­ta­men­ti con attac­chi alla dig­nità del lavoro come in FCA o Ama­zon. Cir­ca ques­ta pro­pos­ta eco­nom­i­ca, — con­clude Orestde Del­la Pos­ta — in rispos­ta alle osser­vazioni dei neoliberisti, “ e se la BCE non li com­pra?” , affer­mi­amo che è Doman­da idio­ta e stu­p­i­da, se andi­amo giù noi, l’Italia, tut­ta la UE viene giù. Di con­seguen­za comprerà.

Il Min­istro del­l’E­cono­mia, Gualtieri, PD


Ma quel­lo che pre­oc­cu­pa è il tem­po. Tale emis­sione va fat­ta subito, il tem­po non lavo­ra per noi. Una parte di questi sol­di van­no dati a tutte quelle cat­e­gorie che sono in grave sof­feren­za dovu­to al peri­o­do di chiusura. Gualtieri, sveglia!”