Roma, Rampelli su Candidatura a Sindaco? ‘Ovvia, ma preferirei di no’

Roma, Rampelli su Candidatura a Sindaco? ‘Ovvia, ma preferirei di no’

22/10/2020 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 598 volte!

(DIRE) — “È ovvio che sia in cam­po il mio nome, non mi stupis­co. Anche gli altri nomi sono abbas­tan­za preved­i­bili e siamo in atte­sa di com­pren­dere come ques­ta selezione, e tra chi, pos­sa essere fat­ta. Accettare una can­di­datu­ra se me lo chiedessero i leader? Preferirei con­tin­uare a fare quel­lo che sto già facen­do. Ho già fat­to il con­sigliere comu­nale e il con­sigliere regionale e per quan­to io ami pro­fon­da­mente la mia cit­tà e abbia idee dis­crete, che spero di met­tere a dis­po­sizione di un sin­da­co di cen­trode­stra, pen­so che ora mi tro­vo in una con­dizione diver­sa. C’era un filoso­fo del­l’an­ti­ca Gre­cia che dice­va: ‘Nel­lo stes­so fiume non si può entrare due volte’ ”.
Così il vicepres­i­dente del­la Cam­era, Fabio Ram­pel­li, nel cor­so di un’in­ter­vista con l’a­gen­zia Dire sulle prossime elezioni comu­nali del 2021 a Roma.
“Non cre­do esista l’i­den­tik­it ide­ale del can­dida­to sin­da­co di cen­trode­stra — ha poi aggiun­to Ram­pel­li- Io cre­do sem­plice­mente che bisogna trovare la per­sona migliore che sia nelle con­dizioni, non solo di acquisire con­sen­si per vin­cere, ma anche di essere all’al­tez­za di un com­pi­to feroce, che è gestire la Cap­i­tale, che in quan­to tale è già di dif­fi­cile ges­tione, e che vis­to che è sta­ta ridot­ta come tut­ti san­no ha anche bisog­no di un coef­fi­ciente in più di capac­ità ammin­is­tra­ti­va, visione e autorev­olez­za per i con­fron­ti indis­pens­abili, che saran­no duris­si­mi, con la Regione Lazio e con lo Stato”.

CANDIDATO FDI? FI E LEGA RISPETTINO NOSTRE INDICAZIONI

 “Mel­oni, Salvi­ni e Berlus­coni han­no det­to che per vin­cere a Roma, diver­sa­mente da quan­to accadu­to in pas­sato, dob­bi­amo trovare per­sone che fun­zio­nano. Ci vor­rà un po’ di tem­po. Bisogna trovare le per­sone migliori e cer­ta­mente Fdi, è abbas­tan­za scon­ta­to, a Roma avrà il mag­gior numero di pro­poste da met­tere in cam­po e un cer­to rispet­to da parte degli alleati di Fi e Lega Nord a recepire le nos­tre indi­cazioni e val­u­tazioni”. Così il vicepres­i­dente del­la Cam­era, Fabio Ram­pel­li, nel cor­so di un’in­ter­vista con l’a­gen­zia Dire sulle prossime elezioni comu­nali del 2021 a Roma, rispon­den­do ad una doman­da se il can­dida­to sin­da­co dovrà essere indi­ca­to da Fdi.