Pomezia, il Sindaco firma l’ordinanza di accensione anticipata degli impianti di riscaldamento

Pomezia, il Sindaco firma l’ordinanza di accensione anticipata degli impianti di riscaldamento

15/10/2020 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 406 volte!

Pomezia, il Sindaco firma l’ordinanza di accensione anticipata degli impianti di riscaldamento. Da domani termosifoni accesi nelle scuole

 
Ques­ta mat­ti­na il Sin­da­co Adri­ano Zuc­calà ha fir­ma­to l’ordinanza di accen­sione antic­i­pa­ta facolta­ti­va degli impianti ter­mi­ci di riscal­da­men­to pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio comu­nale. La deci­sione, che coin­volge tut­ti gli isti­tu­ti sco­las­ti­ci di Pomezia e Tor­va­ian­i­ca, arri­va a segui­to del calo delle tem­per­a­ture di queste ore e delle pre­vi­sioni meteo dei prossi­mi giorni, anche con­sideran­do le nor­ma­tive anti-Covid che preve­dono l’apertura fre­quente delle finestre per arieg­gia­re i locali non con­sen­ten­do un con­fort cli­mati­co ide­ale.
“Abbi­amo deciso di antic­i­pare l’accensione degli impianti di riscal­da­men­to nelle scuole – spie­ga l’Assessore Fed­er­i­ca Casta­gnac­ci – per ren­dere più cal­di e con­fortevoli gli ambi­en­ti sco­las­ti­ci dove gli stu­den­ti trascor­rono diverse ore sedu­ti al pro­prio ban­co. I tec­ni­ci incar­i­cati sono già al lavoro per ren­dere esec­u­ti­vo il provved­i­men­to”.
“L’ordinanza fir­ma­ta oggi – evi­den­zia il Sin­da­co Adri­ano Zuc­calà – ci con­sente una dero­ga rispet­to al cal­en­dario annuale tradizionale per l’accensione degli impianti di riscal­da­men­to pre­vis­to per il mese di novem­bre. Abbi­amo val­u­ta­to atten­ta­mente la situ­azione, tenen­do in con­sid­er­azione il brus­co calo delle tem­per­a­ture e le pre­vi­sioni meteo, cer­can­do di coni­u­gare al meglio le esi­gen­ze di stu­den­ti, docen­ti, per­son­ale sco­las­ti­co e le nor­ma­tive anti-Covid in vig­ore”.
Per tut­ti gli edi­fi­ci pub­bli­ci e pri­vati pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio comu­nale si autor­iz­za il fun­zion­a­men­to degli impianti stes­si per un lim­ite mas­si­mo di 6 ore gior­naliere. Si invi­ta la cit­tad­i­nan­za a lim­itare l’accensione alle ore più fred­de, ricor­dan­do l’obbligo di legge di non super­are la tem­per­atu­ra di 18°C +/- 2°C di toller­an­za per gli edi­fi­ci adibiti ad attiv­ità indus­tri­ali, arti­gianali e assim­i­l­abili, e di 20°C +/- 2°C di toller­an­za per tut­ti gli altri edi­fi­ci.