Marino: una nuova lista a sostegno di Gabriella De Felice Sindaco

Marino: una nuova lista a sostegno di Gabriella De Felice Sindaco

15/10/2020 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1468 volte!

MODERATI, POPOLARI, RIFORMISTI, CIVICI: I PRIMI ALLEATI PRONTI A SCRIVERE LA NUOVA MARINO CON GABRIELLA DE FELICE  

Sette gruppi annunciano l’adesione a “un progetto di larga condivisione”

Una Pagina da Scrivere, il nuovo progetto per Marino guidato da Gabriella De Felice cresce e si amplia. 

Al lab­o­ra­to­rio civi­co pre­sen­ta­to nel­lo scor­so mese di luglio si affi­an­cano infat­ti uffi­cial­mente da oggi altre sogget­tiv­ità cit­ta­dine “unite in una piattafor­ma politi­co-ammin­is­tra­ti­va con l’obiettivo di ripen­sare e super­are gli stec­ca­ti del­la polit­i­ca tradizionale, apren­dola a tem­atiche nuove quan­to vive, sen­tite e non più rin­vi­a­bili

per guardare con sper­an­za alla Mari­no di domani, per­ché la cit­tà torni a splen­dere, forte del­la sua sto­ria e delle sue iden­tità, dal cen­tro stori­co alle comu­nità decen­trate, e si pos­sa aprire così un con­fron­to con le gran­di e fon­da­men­tali sfide del­la moder­nità”.

L’annuncio è sta­to dif­fu­so dai pro­mo­tori attra­ver­so un man­i­festo politi­co com­par­so nel­la mat­ti­na­ta di oggi per le strade del ter­ri­to­rio comu­nale di Mari­no.

Sono sei i sim­boli che han­no già scel­to di affi­an­car­si a quel­lo di Una Pag­i­na da Scri­vere, pre­sen­ta­to nel­lo scor­so mese di luglio in un impo­nente even­to pub­bli­co: liste e realtà civiche già esisten­ti e altre di nuo­va for­mazione.  Questi i nomi delle for­mazioni a sosteg­no del­l’im­peg­no del­la De Felice: Ben­venu­to Pre­sente, prog­et­to civi­co di azione e parte­ci­pazione per la cresci­ta socio cul­tur­ale del­la cit­tà con pro­poste mirate, chiare e effet­ti­va­mente real­iz­z­abili, Quan­ti­co Mari­no, grup­po di arti­giani, impren­di­tori, pro­fes­sion­isti per il rilan­cio del ter­ri­to­rio, Mari­no in Rosa, sin­te­si delle istanze e del­l’im­peg­no di un grup­po di donne del ter­ri­to­rio, Mari­no Gio­vani, espres­sione del­l’in­ter­esse e del con­trib­u­to di tante ragazze e ragazzi del ter­ri­to­rio, Movi­men­to Civiltà Demo­c­ra­t­i­ca e Idee Nuove, grup­pi che han­no già parte­ci­pa­to alla vita ammin­is­tra­ti­va del­la cit­tà.

Grup­pi che, insieme a Gabriel­la De Felice, si pro­pon­gono di dare vita  a “un prog­et­to di larga con­di­vi­sione basato su dial­o­go e rispet­to, a trazione mod­er­a­ta, di ispi­razione lib­erale, popo­lare e riformista che, con­div­i­den­do le comu­ni radi­ci con­ser­va­tri­ci, iden­ti­tarie e cris­tiane, sap­pia guardare con ottimis­mo e con rin­no­va­ta sper­an­za ad un nuo­vo domani, ver­so la Mari­no del 2030”.

Gabriel­la De Felice, avvo­ca­to molto sti­ma­to ai Castel­li come nel­la cap­i­tale gra­zie al lun­go e profi­c­uo impeg­no pro­fes­sion­ale, è alla pri­ma espe­rien­za polit­i­ca ma al tem­po stes­so ha un cur­ricu­lum che sin dal­la sec­on­da metà degli anni Novan­ta l’ha por­ta­ta ad essere a con­tat­to in posizioni api­cali con la Pub­bli­ca Ammin­is­trazione pro­prio nel Comune di Mari­no, dove ha ricop­er­to il ruo­lo di seg­re­taria gen­erale vic­aria.

“La stra­da è lun­ga, il cam­mi­no com­p­lesso – con­clude il man­i­festo del neona­to coor­di­na­men­to —  ma la nos­tra volon­tà di scri­vere – dopo ques­ta pri­ma, tante altre pagine – sarà più forte e tenace di ogni dif­fi­coltà. E lo sare­mo di più se con­tin­uer­e­mo in tan­ti e insieme a immag­inare e scri­vere idee per real­iz­zarle nel­la Mari­no di un domani sem­pre più prossi­mo”.

“Res­ti­amo con­nes­si” è l’in­vi­to con cui si con­clude il man­i­festo di un prog­et­to che, oltre alla parte­ci­pazione popo­lare, viva e diret­ta sul ter­ri­to­rio, attra­ver­so le pro­prie piattaforme web sui social net­work, intende lan­cia­r­si con sem­pre mag­giore impeg­no come vero ele­men­to di inno­vazione che pos­sa divenire traino di una polit­i­ca cit­tad­i­na 4.0 con l’in­ten­to di lan­cia­re da Mari­no un seg­nale che, forte di una pro­pria iden­tità che sia al tem­po stes­so ben con­no­ta­ta dal pun­to di vista ide­ale ma sap­pia divenire inter­prete del nec­es­sario supera­men­to degli stec­ca­ti tradizion­ali, con l’o­bi­et­ti­vo di dare vita a una coal­izione che garan­tis­ca effi­cien­za, gov­ern­abil­ità e un ritorno alla buona polit­i­ca per la cit­tà di Mari­no.