“Rudi Voeller. Il Tedesco volante”: la biografia di Gabriele Ziantoni

“Rudi Voeller. Il Tedesco volante”: la biografia di Gabriele Ziantoni

29/09/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 484 volte!

Non una sem­plice biografia. Più un roman­zo d’amore. Real­iz­za­to con pen­nel­late tan­to decise quan­to intrise di col­ori tenui. Utili a dare for­ma alla mal­in­co­nia, uni­co pun­to di rifer­i­men­to in un mon­do che da tem­po ha per­so le sue certezze: man­ca la sper­an­za nel futuro così come si è smar­ri­ta la capac­ità di trarre inseg­na­men­ti dal pas­sato. Il risul­ta­to? La nasci­ta di una soci­età svuo­ta­ta, frus­tra­ta, costret­ta a vivere di soli rimpianti. Per quel­lo che è sta­to, chiara­mente, e che non sa più repli­care.

 

A nem­meno un anno di dis­tan­za dal­la sua ulti­ma fat­i­ca (“Nonos­tante tut­to” — 2019, L’Erudita) e a qua­si tre dal suo roman­zo d’esordio (“Un sec­on­do dopo l’altro” – 2017, L’Erudita), Gabriele Ziantoni tor­na in libre­ria. E lo fa nel modo che non ti aspet­ti: eleggen­do a pro­tag­o­nista del­la sua nuo­va sto­ria, un atle­ta. Rudi Voeller, il Tedesco volante: figu­ra icon­i­ca del pal­lone anni ’80. La stes­sa che ha per­me­s­so al gior­nal­ista di appas­sion­ar­si pri­ma alla Roma e poi al cal­cio. “Ci ten­go a sot­to­lin­eare che ques­ta non è una sem­plice biografia – esor­disce Gabriele – ma un vero e pro­prio roman­zo d’amore. E pen­sare che me ne sono accor­to soltan­to dopo aver scrit­to la paro­la “fine” sull’ultima pag­i­na… Rudi era innamora­to. Tan­to del­la cit­tà di Roma quan­to del­la squadra gial­lorossa. Solo un paz­zo, infat­ti, pote­va sceglier­la per ben due volte, pri­ma da cal­ci­a­tore e poi da allena­tore. Con­sapev­ole, in entram­bi i casi, delle scarse pos­si­bil­ità di vit­to­ria. Una fol­lia…”

 

Strut­tura­to lun­go due piani nar­ra­tivi che incro­ciano i 26 giorni di Voeller sul­la panchi­na del­la Roma con la sua intera car­ri­era (dagli esor­di nei Kick­ers Offen­bach, fino all’esperienza da Ct del­la Ger­ma­nia), il nuo­vo libro di Ziantoni ha un’origine ben pre­cisa: “L’idea di questo roman­zo è da attribuire al mio edi­tore: Giulio Per­rone. Me lo pro­pose il giorno stes­so in cui ci conoscem­mo, nel 2017. Dove­va­mo dis­cutere di “Un sec­on­do dopo l’altro” quan­do Giulio, qua­si sen­za pen­sar­ci, mi chiese: E se scrives­si un libro su Rudi Voeller? Rifi­u­tai. All’epoca lavo­ra­vo in una radio sporti­va: mi guadag­na­vo da vivere rac­con­tan­do le par­tite del­la Roma. Scri­vere una biografia su un cal­ci­a­tore gial­lorosso mi sem­bra­va didas­cal­i­co. Un’impresa fin trop­po sem­plice. E a me le cose facili non sono mai piaciute…”.

 

L’addio al gior­nal­is­mo sporti­vo, l’approdo in emit­ten­ti musi­cali e gen­er­al­iste, l’inizio di una nuo­va vita pro­fes­sion­ale, la Roma che abban­dona la casel­la “lavoro” per ricom­par­ire in quel­la delle “pas­sioni”. Per­ché Ziantoni, allo­ra, ha deciso di tornare a par­lare di cal­cio invece di dedi­car­si ani­ma e cor­po ai romanzi? “Intan­to per­ché la Per­rone mi ha dato car­ta bian­ca: la pos­si­bil­ità di scri­vere una sto­ria che ave­va a che fare sì con numeri e sta­tis­tiche ma non solo. E poi per­ché ave­vo voglia di capire se i miei sen­ti­men­ti per la Roma e per il cal­cio in gen­erale fos­sero effet­ti­va­mente svan­i­ti. Gli anni pas­sati all’interno dei mec­ca­n­is­mi del sis­tema – spie­ga Gabriele – mi ave­vano un po’ allon­tana­to dalle mie pas­sioni gio­vanili. Ho cer­ca­to di com­pren­dere se fos­se il frut­to del momen­to o la ver­ità: un po’ come quan­do vai a cena con la tua ex per capire se provi anco­ra qual­cosa. Mi sono scop­er­to più innamora­to che mai per quan­to mal­in­con­i­co. Per­ché questo, badate bene, è un libro sul­la mal­in­co­nia”.

Disponi­bile in tutte le librerie fisiche e dig­i­tali, il nuo­vo libro di Gabriele Ziantoni è sta­to già pre­sen­ta­to al pub­bli­co di Roma (17 set­tem­bre), alla pre­sen­za di Mar­co Lol­lo­b­rigi­da (gior­nal­ista e volto di Rai Sport) e Giuseppe Fal­cao, a Mari­no (26 set­tem­bre) con gli inter­ven­ti di Arman­do Lau­ri e Mas­si­mo De Nico­la e a Fras­cati (2 otto­bre). Ne seguirà un lun­go tour che porterà “Rudi Voeller. Il Tedesco volante” ad atter­rare nelle prin­ci­pali cit­tà ital­iane ed europee.

Dati dell’autore:

Gabriele Ziantoni

Gior­nal­ista pro­fes­sion­ista

Speak­er di Radio Rock 106.6

Autore del roman­zo “Un sec­on­do dopo l’altro” (L’Erudita, 2017)

Mail: gabriele.ziantoni@hotmail.it

Cell. 3920186273

Face­book: www.facebook.com/gabriele.ziantoni

Insta­gram: Gab­bo Ziantoni

Link per acquistare il libro online: tinyurl.com/y3s2jdql