M5S ROCCA DI PAPA:“UN NOSTRO CANDIDATO SCREDITATO INGIUSTAMENTE DA FAKE NEWS”

M5S ROCCA DI PAPA:“UN NOSTRO CANDIDATO SCREDITATO INGIUSTAMENTE DA FAKE NEWS”

12/09/2020 0 Di REDAZIONE COLLETTIVA

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1009 volte!

“PER ‘IL SEGNO’ UN NUOVO BUCO NELL’ACQUA” dichiara il grup­po del Movi­men­to 5 Stelle di Roc­ca di Papa can­dida­to alle prossime elezioni ammin­is­tra­tive del 20–21 set­tem­bre, che ha denun­ci­a­to pub­bli­ca­mente un’af­fer­mazione usci­ta nel car­taceo del gior­nale locale “Il Seg­no”. Un can­dida­to in lista M5S si sarebbe can­dida­to anche nel 2011 con una lista del cen­tro sin­is­tra. Le chat del Movi­men­to ribol­lono: “Clam­orosa fake news” com­men­tano i 5 Stelle “Bas­ta­va fare un con­fron­to ana­grafi­co per capire che è solo un’omon­imia. Intan­to un nos­tro can­dida­to è sta­to scred­i­ta­to ingiustamente”

Di segui­to ripor­ti­amo il comunicato.
“Alessan­dro Trin­ca, can­dida­to con­sigliere del M5S, è già sta­to can­dida­to nel 2011 con una lista del cen­tro sin­is­tra. Una Fal­sità ovvi­a­mente. Alessan­dro Trin­ca si è impeg­na­to da sem­pre solo ed esclu­si­va­mente con il Movi­men­to 5 Stelle.
Per l’ennesima vol­ta la redazione del Il Seg­no scrive sul Movi­men­to sen­za infor­mar­si, sen­za fare domande, sen­za dare dirit­to di replica.
Non impor­ta che un concit­tadi­no stia usan­do tut­to il suo tem­po libero per impeg­nar­si politi­ca­mente nel pro­prio comune, l’essenziale è scred­i­tar­lo con notizie inven­tate. Se ci fos­se sta­ta un’omonimia non sarebbe sta­to dif­fi­cile con­frontare le date di nasci­ta per com­pren­dere la déba­cle. Ma questo sarebbe sta­to un lavoro gior­nal­is­ti­co, cosa estranea ai cro­nisti de “il segno”.
Il Movi­men­to 5 Stelle è abit­u­a­to a questi fenomeni tan­to nei gior­nali locali, quan­to e soprat­tut­to in quel­li nazion­ali. Fare il solo inter­esse dei cit­ta­di­ni, bloc­care qual­si­asi for­ma di cor­ruzione, di finanzi­a­men­ti illeciti, por­ta inevitabil­mente a questo trat­ta­men­to da parte dei mass media. E le Fake News fioccano.”