SCUOLE, ASSOTUTELA: “SLITTARE RIAPERTURA DOPO REFERENDUM”

SCUOLE, ASSOTUTELA: “SLITTARE RIAPERTURA DOPO REFERENDUM”

09/09/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 407 volte!

“Come asso­ci­azione che tutela i dirit­ti di tante famiglie e alun­ni, siamo molto pre­oc­cu­pati in mer­i­to ai tem­pi di ria­per­tu­ra delle scuole in tem­pi di Covid. La data indi­ca­ta è quel­la del 14 set­tem­bre ma, a nos­tro giudizio, si trat­ta di un ter­mine asso­lu­ta­mente sbaglia­to e inutile, sia da un pun­to di vista prati­co che tec­ni­co. Numerosi isti­tu­ti non sono anco­ra a nor­ma, e molti comu­ni – a dire il vero, las­ciati soli dalle isti­tuzioni sovra­or­di­nate — stan­no fat­i­can­do ad adeguare gli stan­dard delle aule. Sen­za con­sid­er­are che già com­in­ciano a reg­is­trar­si scuole chiuse sul ter­ri­to­rio ital­iano per i pri­mi casi di covid. Inoltre, il 20 e il 21 set­tem­bre ci saran­no le con­sul­tazioni elet­torali e ref­er­en­darie e molte scuole potreb­bero inter­rompere la didat­ti­ca e richi­ud­ere per dare spazio alle urne: e questo sig­ni­ficherebbe, tra l’altro, ulte­ri­ori san­i­fi­cazioni ambi­en­tali e inter­ven­ti igien­i­co-san­i­tari delle aule sco­las­tiche, quin­di ulte­ri­ore spe­sa di denaro pub­bli­co. Alla luce di tut­to questo, dunque, reputi­amo fuori luo­go che le scuole riapra­no tas­sati­va­mente il 14 set­tem­bre”.
Così, in una nota, il pres­i­dente dell’associazione Asso­tutela, Michel Emi Mar­i­ta­to.