MISILMERI, CARAMANICA(RA): “RIFUGIO CANI IN CONDIZIONI IGIENICHE ALLARMANTI. COMUNE INTERVENGA”

MISILMERI, CARAMANICA(RA): “RIFUGIO CANI IN CONDIZIONI IGIENICHE ALLARMANTI. COMUNE INTERVENGA”

04/08/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 652 volte!

“Riv­o­luzione Ani­mal­ista esprime la sua forte pre­oc­cu­pazione per quan­to sta acca­den­do pres­so il “Rifu­gio cane ami­co”, che insiste nel ter­ri­to­rio di Mis­ilmeri, comune del­la provin­cia di Paler­mo. La strut­tura, che ospi­ta cir­ca 160 cani, in quan­to ani­mali vagan­ti e molti dei quali microchip­pati a nome del Comune, era già sta­to mes­so sot­to seque­stro nel 2009 e nom­i­na­to un cus­tode giudiziario, a tito­lo gra­tu­ito. Un affi­da­men­to, quel­lo a un cus­tode giudiziario che non ci con­vince affat­to vis­to e con­sid­er­a­to che sarebbe sta­to più oppor­tuno ricor­rere alla col­lab­o­razione e alla sin­er­gia di altri Comu­ni, Aziende San­i­tarie Provin­ciali e asso­ci­azioni di set­tore. Fat­ta ques­ta doverosa pre­mes­sa, dunque, Riv­o­luzione Ani­mal­ista vuole denun­cia­re medi­ati­ca­mente l’emergenza in atto nel rifu­gio di Mis­ilmeri, dove dom­i­na una con­dizione igien­i­co-san­i­taria pes­si­ma, con con­torni par­ti­co­lar­mente esplo­sivi e dev­as­tan­ti per la con­dizione psi­cofisi­ca dei quadru­pe­di. Insom­ma, una realtà impro­cras­tin­abile, di una gravi­ta inau­di­ta, su cui l’amministrazione comu­nale di Mis­ilmeri non può più tacere. Non poten­do più toller­are ques­ta situ­azione e ril­e­va­to il malu­more e la frus­trazione da parte dei vici­ni del­la strut­tura, aven­do pau­ra che si pos­sono ver­i­fi­care atti crim­i­nali nei con­fron­ti del­la sicurez­za dei cani cus­todi­ti all’interno del­la strut­tura, è nos­tra com­pi­to sen­si­bi­liz­zare l’opinione pub­bli­ca e atti­rare l’attenzione degli enti lati­tan­ti, ivi inclu­so il munici­pio di Mis­ilmeri. E’ quan­to mai nec­es­sario un inter­ven­to fat­ti­vo e imme­di­a­to che ripor­ti sicurez­za e con­dizioni dig­ni­tose all’interno del rifu­gio cani”.

Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del par­ti­to “Riv­o­luzione Ani­mal­ista”, Gabriel­la Cara­man­i­ca.