VICENDA COTRAL, ADRIANO PALOZZI: “IO ASSOLTO DA TRIBUNALE MA PRESIDENTE COLACECI NON VUOLE PAGARE SPESE LEGALI”

VICENDA COTRAL, ADRIANO PALOZZI: “IO ASSOLTO DA TRIBUNALE MA PRESIDENTE COLACECI NON VUOLE PAGARE SPESE LEGALI”

31/07/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 445 volte!

“Sono sem­plice­mente sbalordi­to dal com­por­ta­men­to del­la Cotral Spa e, in par­ti­co­lar modo, dal suo pres­i­dente, l’avvocato Amalia Colace­ci, la quale, tre anni fa pre­sen­tò nei miei riguar­di una denun­cia per un pre­sun­to abu­so d’ufficio, rel­a­ti­vo ai tem­pi del­la mia pres­i­den­za a Cotral Spa. Una vicen­da legale che mi ha pro­fon­da­mente seg­na­to ma dal­la quale sono usci­to con assoluzione piena per­ché il fat­to non sus­siste, come da recente sen­ten­za del tri­bunale penale di Roma, che ha pure impos­to alla azien­da regionale dei trasporti, il paga­men­to delle spese legali del proces­so. Spese legali che, come comu­ni­ca­to al mio avvo­ca­to, la Cotral Spa non riter­rebbe di dover pagare, nascon­den­dosi dietro inutili e infon­dati pretesti. Siamo di fronte a una vicen­da assur­da, dopo tre anni di proces­so ingius­to, in cui ho sop­por­ta­to in silen­zio dan­ni morali e pat­ri­mo­ni­ali che evi­den­te­mente l’avvocato Colace­ci, sem­pre pronta a sol­i­dariz­zare con tut­ti, rep­u­ta invece di serie B. Che la denun­cia nei miei riguar­di sia sta­ta pre­sen­ta­ta dall’avvocato Colace­ci pres­so la Procu­ra del­la Repub­bli­ca, sola­mente per final­ità politiche e non per reale esi­gen­za di gius­tizia? Il dub­bio ci sorge piut­tosto spon­ta­neo se è vero, come è vero, che l’avvocato Colace­ci, occu­patasi in pri­ma per­sona degli atti del proces­so ed evi­den­te­mente con­sapev­ole del­la totale infon­datez­za del­la sua denun­cia, ora si rifi­u­ta di ono­rare le spese legali, da me sostenute per la mia dife­sa in tri­bunale. Cara pres­i­dente Colace­ci, è trop­po como­do e per nul­la demo­c­ra­ti­co uti­liz­zare lo scher­mo di una soci­età pub­bli­ca per cer­care di rego­lare i con­ti di carat­tere politi­co, infis­chi­an­dosene di tut­ti i dis­a­gi umani e mate­ri­ali derivan­ti dall’esercizio per­son­al­is­ti­co del­la pro­pria fun­zione pub­bli­ca”.
Così, in una nota, il con­sigliere regionale del Lazio ed ex pres­i­dente Cotral Spa, Adri­ano Palozzi.
Con­di­vi­di: