TUSCOLANA, ASSOTUTELA: “SU CICLABILE TORNARE INDIETRO O ESPOSTO IN PROCURA”

TUSCOLANA, ASSOTUTELA: “SU CICLABILE TORNARE INDIETRO O ESPOSTO IN PROCURA”

10/07/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1381 volte!

“La cicla­bile di via Tus­colana è l’esempio per­fett di quel­lo che una ammin­is­trazione comu­nale davvero non dovrebbe fare. Nel­lo speci­fi­co, par­liamo di quel­la del­la sin­da­ca Rag­gi, capace di par­torire in questi mesi una bike lane spac­cia­ta come vir­tu­oso esem­pio di mobil­ità sosteni­bile ma che, alla resa dei con­ti, non è altro che un per­cor­so pieno di incon­gruen­ze, crit­ic­ità e si pre­sen­ta ad ele­va­ta peri­colosità per dueruo­tisti e auto­mo­bilisti. La pos­ta cicla­bile, infat­ti, che corre lun­go la via Tus­colana, è sta­ta forte­mente crit­i­ca­ta da cit­ta­di­ni, com­mer­cianti e dis­abili, per­ché prog­et­ta­ta malis­si­mo, poiché met­terebbe a forte ris­chio la inco­lu­mità fisi­ca delle per­sone. Chiedi­amo dunque alla sin­da­ca Vir­ginia Rag­gi di tornare sui pro­pri pas­si e val­utare di ripristinare lo sta­to dei luoghi pri­ma del­la real­iz­zazione del­la bike lane. Altri­men­ti sarà nos­tra cura depositare un det­taglia­to espos­to alla Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Roma”.
Così, in una nota, il pres­i­dente di Asso­tutela, Michel Emi Maritato.