Marino. A ArenaBiblioPop Sabato 13 ore 17.30 incontro pubblico a sostegno del Donbass. Si parte dal libro di Fazolo e comandante Nemo.

Marino. A ArenaBiblioPop Sabato 13 ore 17.30 incontro pubblico a sostegno del Donbass. Si parte dal libro di Fazolo e comandante Nemo.

11/06/2020 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3182 volte!

parziale pra­to Par­co Mau­ra Car­roz­za, Bib­lioPop per inizia­ti­va Fes­ta del­la Repub­bli­ca


E’ una occa­sione impor­tante: di conoscen­za e di sol­i­da­ri­età. Parte da un libro, ma, si com­prende, è molto di più: «In Occi­dente, si cer­ca di non men­zionare questo con­flit­to o di pre­sen­tar­lo soltan­to come “l’aggressione del­la Fed­er­azione Rus­sa con­tro l’Ucraina indipen­dente”. Così, nes­suno ha uffi­cial­mente con­dan­na­to le ese­cuzioni di mas­sa a Odessa e a Mar­i­upol, i bom­bar­da­men­ti e i colpi di artiglieria lan­ciati con­tro cit­tà paci­fiche, la morte di migli­a­ia di civili, la mag­gior parte dei quali anziani, donne e bam­bi­ni. […] Il rel­a­tivis­mo morale dei gov­erni occi­den­tali mostra spen­sier­ata­mente gli assas­si­ni fascisti dei battaglioni puni­tivi come “vit­time del­l’ag­gres­sione rus­sa” e i res­i­den­ti del sud-est ucraino, uccisi e tor­tu­rati, come “ter­ror­isti e mer­ce­nari”. Per la mag­gior parte degli Europei, non è evi­dente il fat­to che il nazis­mo, che essi stes­si sono abit­uati a con­sid­er­are come un pas­sato lon­tano, abbia dato i suoi ger­mogli velenosi pro­prio al loro fian­co» Così scrive Alex­ey “Dobrij” Markov. Sono anni che una sto­ria com­ple­ta­mente rimossa dai mezzi d’informazione con­tin­ua a scri­vere pagine di sangue alle porte dell’Europa. È la sto­ria delle Repub­bliche Popo­lari del Don­bass dove, di fronte a un colpo di sta­to aper­ta­mente fascista e in una situ­azione di vol­ta in vol­ta indeb­ita­mente dip­in­ta come “con­flit­to etni­co” o come indeb­i­ta inter­feren­za del­la Rus­sia negli affari ucrai­ni, molti dis­tac­ca­men­ti delle milizie si for­mano nel nome del comu­nis­mo e sot­to le bandiere rosse del­la ex Unione Sovi­et­i­ca. Sin dall’inizio del con­flit­to, alla lot­ta pren­dono parte un numero sig­ni­fica­ti­vo di volon­tari stranieri, che dan­no vita alle pro­prie for­mazioni all’interno del­la Milizia Popo­lare. Tra queste (e prob­a­bil­mente la più nota), il grup­po “InterUnit” del­la Briga­ta “Prizrak”, in cui han­no presta­to servizio sol­dati prove­ni­en­ti da ogni parte del mon­do: pro­tag­o­nisti di una sto­ria di antifas­cis­mo e sol­i­da­ri­età inter­nazion­al­ista che, pri­ma del­la redazione di questo libro, non era anco­ra mai sta­ta rac­con­ta­ta.

Alber­to Fazo­lo


Gli autori: ALBERTO FAZOLO: Mil­i­tante inter­nazion­al­ista. Ha parte­ci­pa­to alle cam­pagne nazion­ali e inter­nazion­ali in sosteg­no ai popoli del­l’ex-Ucraina. Econ­o­mista, esper­to di Ter­zo Set­tore e gior­nal­ista, ha trascor­so due anni in Don­bass svol­gen­do attiv­ità polit­i­ca e uman­i­taria. NEMO: Già com­mis­sario politi­co e poi coman­dante di InterUnit, l’unità di antifascisti inter­nazion­al­isti all’interno del Battaglione Prizrak, ha com­bat­tuto in Don­bass tra il 2015 e il 2017. Appun­ta­men­to a S. Maria delle Mole (Mari­no) saba­to 13 giug­no alle ore 17.30, nell’ArenaBiblioPop di S. Maria delle Mole, dove varie asso­ci­azioni come Italia Cuba, Anpi, Acab e il nos­tro Par­ti­to, tal­vol­ta anche altri, riescono a svol­gere inizia­tive pub­bliche con la garanzia del dis­tanzi­a­men­to gra­zie alle sedie poste in un par­co (adi­a­cente a Bib­lioPop). L’evento sarà anche trasmes­so in stream­ing diret­ta FB e suc­ces­si­va­mente sul canale You Tube. Si rac­co­man­da la pun­tu­al­ità, dalle 17.30, e, pos­si­bil­mente comu­ni­care agli orga­niz­za­tori (Acab, PCI Mari­no, Italia Cuba Mari­no) la vos­tra pre­sen­za per avere assi­cu­ra­to il pos­to a sedere. NB per un accor­do tra gli orga­niz­za­tori e l’autore, il libro, per chi vuole, sarà in ven­di­ta col 25% di scon­to: 15 euro invece che 20. Oltre ad Alber­to Fazo­lo, inter­ver­ran­no Mau­ro Avel­lo, Ser­gio San­ti­nel­li, Oreste del­la Pos­ta. Sono sta­ti invi­tati Anpi, M5S, PD, antifascisti di Mari­no e dei Castel­li romani.