ARDEA, CLAZZER(CAMBIAMO): “DA COMUNE POCA ATTENZIONE A PERSONE INDIGENTI”

ARDEA, CLAZZER(CAMBIAMO): “DA COMUNE POCA ATTENZIONE A PERSONE INDIGENTI”

05/06/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1952 volte!

“Lo scor­so 4 giug­no si è svol­ta una impor­tante com­mis­sione alla per­sona, pres­so il Comune di Ardea, in cui era pre­sen­ti tra gli altri, il con­sigliere comu­nale di Cam­bi­amo, Simone Cen­tore, che nei suoi pun­tu­ali inter­ven­ti ha cer­ca­to di portare alla luce le numerose incon­gruen­ze nei servizi sociali del Comune di Ardea. Incon­gruen­ze denun­ci­ate nei giorni scor­si da Lore­na Clazzer, pres­i­dente del comi­ta­to “Teni­amo­ci per mano” Cam­bi­amo. In prim­is la scarsa atten­zione del sin­da­co Savarese ver­so il servizio AEC: la caren­za di infor­mazioni sui servizi ero­ga­bili ai gen­i­tori H e lo scari­co di respon­s­abil­ità tra enti, infat­ti, stan­no penal­iz­zan­do tutte quelle famiglie che da tem­po chiedono risposte pre­cise e con­crete al Comune di Ardea. Denunce, por­tate in com­mis­sione dal con­sigliere Cen­tore che ha pro­pos­to di pro­l­un­gare il servizio AEC online e domi­cil­iare fino a fine luglio. Richi­es­ta purtrop­po nega­ta dal­la mag­gio­ran­za gril­li­na. Quel­lo che il Comune con­tin­ua a non capire è che i nos­tri bam­bi­ni H han­no subito e con­tin­u­ano a subire un dis­tac­ca­men­to sociale d’inclusione, ed è dunque nec­es­sario trovare for­mule inclu­sive e imme­di­ate a sosteg­no dei bim­bi e delle loro famiglie: in questo con­testo, a set­tem­bre inizierà il nuo­vo anno sco­las­ti­co, ma il Comune di Ardea nav­i­ga anco­ra a vista, tra mille incertezze. Da parte nos­tra, non mol­liamo un cen­timetro e con­tin­uer­e­mo a far­ci por­tav­oce dei dis­a­gi che il mon­do del­la dis­abil­ità si tro­va a com­bat­tere, aven­do un rap­p­re­sen­tante isti­tuzionale, come il con­sigliere Cen­tore, che ha pre­so a cuore le nos­tre istanze e che ringrazi­amo per sup­port­are la nos­tra causa. L’auspicio e la sol­lecitazione è che le sud­dette crit­ic­ità vengano risolte in pre­vi­sione del­la futu­ra attiv­ità didat­ti­ca ad Ardea”.
Così, in una nota, Lore­na Clazzer, respon­s­abile del Dipar­ti­men­to Sociale del comi­ta­to “Cam­bi­amo Ardea”.

Con­di­vi­di: