ROMA MULTISERVIZI, ASSOTUTELA: “VICENDA CHE RASENTA LA TRAGICOMMEDIA M5S”

ROMA MULTISERVIZI, ASSOTUTELA: “VICENDA CHE RASENTA LA TRAGICOMMEDIA M5S”

25/05/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1364 volte!

“Oggi una nuo­va protes­ta è anda­ta in piaz­za del Campi­doglio per i lavo­ra­tori del­la Roma Mul­ti­servizi legati all’ap­pal­to Uten­ze non domes­tiche di Ama. Una protes­ta sacrosan­ta e gius­ta, per chiedere lo stop ai 270 licen­zi­a­men­ti su cui il Comune di Roma e la pri­ma cit­tad­i­na Vir­ginia Rag­gi non stan­no dicen­do nul­la nel­la sper­an­za che la vicen­da si chi­u­da nel­la indif­feren­za e nel silen­zio. Un com­por­ta­men­to illogi­co e fuori luo­go quel­lo del­la giun­ta capi­toli­na, che al con­trario dovrebbe sal­vare posti di lavoro e rilan­cia­re la Mul­ti­servizi. Davvero non com­pren­di­amo l’atteggiamento del Comune di Roma, che invece dovrebbe pen­sare alla inter­nal­iz­zazione come soluzione salv­i­fi­ca per posti di lavoro e per la tenu­ta eco­nom­i­ca delle 270 famiglie dei lavo­ra­tori. Aus­pichi­amo un colpo di coda del­la sin­da­ca Rag­gi”.

Così, in una nota, il capostaff legale di Asso­tutela, Mas­si­mo Bal­di.

Con­di­vi­di: