MUSICA, IN USCITA IL VIDEO “DIMMI DI TE” DI CAROL MARITATO: UN INNO ALL’AMORE RECIPROCO

MUSICA, IN USCITA IL VIDEO “DIMMI DI TE” DI CAROL MARITATO: UN INNO ALL’AMORE RECIPROCO

15/05/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3297 volte!

Car­ol Mar­i­ta­to di nuo­vo sul­la sce­na musi­cale nazionale. A un anno di dis­tan­za dall’uscita di “Dim­mi di te”, can­zone che ha riscos­so un gran­dis­si­mo suc­ces­so su radio fm e web, la can­tautrice di orig­ine romane tor­na in auge con il rel­a­ti­vo video. “Un inno all’amore rec­i­pro­co e alla pace”, lo ha defini­to Car­ol Mar­i­ta­to. Le immag­i­ni di “Dim­mi di te”, infat­ti, sono state girate nel ter­ri­to­rio del­la Striscia di Gaza. Una scelta non casuale: “Il mes­sag­gio cen­trale del­la can­zone è il tri­on­fo del­la sper­an­za che ha il futuro negli occhi di un bam­bi­no che sep­pure imbra­ga un fucile, spez­za quelle catene di pri­gio­nia con­qui­s­tan­do così la pace”. La par­ti­co­lar­ità del video — con il mon­tag­gio e la regia di Davide Pel­le­gri­no — è che non vede la pre­sen­za diret­ta di Car­ol Mar­i­ta­to in quan­to “ho scel­to di las­ciar par­lare la sto­ria, le immag­i­ni di un popo­lo che vale di più del petro­lio, un po’ come l’elefante vale più del suo avo­rio”. Insom­ma, “Dim­mi di te” vuole rib­adire la vit­to­ria del­la sostan­za sul­la for­ma, delle emozioni umane sul mate­ri­al­is­mo dila­gante, del bene sul male. “Girare questo video è sta­to bel­lis­si­mo. “Dim­mi di te” è tes­ti­mo­ni­an­za di un inno­v­a­ti­vo impianto melod­i­co dalle sonorità essen­ziali e poten­ti, sup­por­t­a­to dal testo che descrive l’autenticità di un sen­ti­men­to d’amore che si rispec­chia eti­ca­mente con i bior­it­mi del­la Ter­ra e di ciò che l’anima e l’attraversa. Denun­cia eti­ca­mente le guerre che tut­to dis­trug­gono; si scaglia — ricor­da Car­ol Mar­i­ta­to — con­tro le avarie del­la scala val­o­ri­ale degli esseri umani, ormai in pre­da a una degen­er­azione nar­ci­sis­ti­ca”. Il video, in prossi­ma usci­ta, sarà pub­bli­ca­to sul­la nota piattafor­ma YouTube, all’indirizzo

https://www.youtube.com/watch?v=LfD8h4ly_qM&feature=youtu.be