Roma. Miseria e dignità. Rispettare diritti dei lavoratori della scuola.

Roma. Miseria e dignità. Rispettare diritti dei lavoratori della scuola.

08/05/2020 0 Di Maurizio Aversa

Hits: 688

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2315 volte!


“ I lavo­ra­tori, come abbi­amo denun­ci­a­to fin dai pri­mi giorni noi comu­nisti – dichiara­no Cristi­na Cir­il­lo, seg­re­taria del­la Fed­er­azione romana PCI, e Tiziano Ziroli, respon­s­abile lavoro del PCI Lazio – saran­no col­oro che più pesan­te­mente rischier­an­no di pagare le con­seguen­ze eco­nomiche e sociali del­la pan­demia da Coro­n­avirus. Purtrop­po una ripro­va la stan­no suben­do i cir­ca duemi­la lavo­ra­tori e lavo­ra­tri­ci delle mense sco­las­tiche romane. Ad esem­pio – con­tin­u­ano i due diri­gen­ti comu­nisti – ad oggi, ven­erdì 8 mag­gio, nul­la di nuo­vo si intravvede per lavo­ra­tori e lavo­ra­tri­ci delle mense sco­las­tiche del­la cap­i­tale. Dall’ inizio di mar­zo, data in cui si è arresta­ta l’at­tiv­ità sco­las­ti­ca, non ricevono lo stipen­dio, ma i sol­di del­la cas­sa inte­grazione non sono anco­ra arrivati. Ques­ta situ­azione, come abbi­amo più volte sot­to­lin­eato, non è più toller­a­bile. Ci doman­di­amo: per­ché le isti­tuzioni coin­volte in ques­ta vicen­da (Comune di Roma, Regione Lazio e Gov­er­no) non inter­ven­gono con la dovu­ta ener­gia nec­es­saria? Per­ché non si con­vo­ca con urgen­za il tavo­lo inter-isti­tuzionale che le orga­niz­zazioni sin­da­cali han­no più volte sol­lecita­to? Sono domande sem­pli­ci ed essen­ziali – con­cludono Cir­il­lo e Ziroli — per parte nos­tra con­tin­uer­e­mo a denun­cia­re ques­ta grave situ­azione e a con­durre una rig­orosa battaglia dal­la parte dei lavo­ra­tori. I dirit­ti dei lavo­ra­tori van­no sal­va­guar­dati, sem­pre e tut­ti. La dig­nità delle per­sone va rispet­ta­ta. Anche in tem­po di crisi.”.