Roma. Caserosse:operaio 58enne morto sul lavoro. E Bonomi di Confindustria: produrre!

Roma. Caserosse:operaio 58enne morto sul lavoro. E Bonomi di Confindustria: produrre!

06/05/2020 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2025 volte!

“A Roma est, incuneato tra l’autostrada per L’Aquila da un lato, e la Tiburtina, ci sono due quartieri: uno è il mod­er­no Tec­nopo­lo e, adi­a­cente, il quartiere res­i­den­ziale con pic­cole attiv­ità pro­dut­tive Case Rosse. Qui, in ques­ta zona popo­lare, un operaio 58enne era al lavoro. Ma, con la ripresa di gran parte delle attiv­ità pro­dut­tive si ricom­in­cia a morire nei posti di lavoro. Inci­dente sul lavoro in via Civ­i­ta­cam­po­mara­no, nel­la zona di Case Rosse a Roma, dove l’operaio è mor­to schi­ac­cia­to da un mulet­to che si è rib­al­ta­to. Ora sono al vaglio le cause del­l’ac­cadu­to. Ma noi comu­nisti non dob­bi­amo accettare che questo even­to, come molti altri sim­ili che lo han­no pre­ce­du­to e che lo seguiran­no nel tem­po, deb­bano essere cat­a­lo­gati come sem­pli­ci anno­tazioni sta­tis­tiche. Noi comu­nisti dob­bi­amo bat­ter­ci per fer­mare ques­ta strage. Non smet­tere di urlare: Bas­ta! Pen­sare che poi, ques­ta ripresa lavo­ra­ti­va sarà all’insegna del­lo slo­gan del pres­i­dente di Con­find­us­tria Bono­mi: pro­durre, e pro­durre, las­cia pre­sa­gire che alla sicurez­za da Covid 19, cor­rispon­derà una non sicurez­za dei nor­mali stan­dard che mol­ta parte del padrona­to ama non rispettare.”. Così in una dichiarazione, Tiziano Ziroli respon­s­abile lavoro del PCI Lazio e Cristi­na Cir­il­lo seg­re­taria del­la Fed­er­azione romana del PCI.

Con­di­vi­di: