LAZIO, ASSOTUTELA: “CHIAREZZA O ESPOSTO SU CORONAVIRUS IN RSA E CASE DI CURA”

LAZIO, ASSOTUTELA: “CHIAREZZA O ESPOSTO SU CORONAVIRUS IN RSA E CASE DI CURA”

14/04/2020 0 Di Marco Montini

Hits: 430

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1506 volte!

“Reputi­amo estrema­mente pre­oc­cu­pante e allar­mante quan­to starebbe acca­den­do in numerose case di cura e res­i­den­ze san­i­tarie assis­ten­ziali del ter­ri­to­rio regionale del Lazio, dove nelle ultime set­ti­mane si sono reg­is­trati veri e pro­pri foco­lai di con­ta­gio da Coro­n­avirus Covid ‑19: situ­azioni in cui la dif­fu­sione del peri­coloso virus è sta­ta piut­tosto rap­i­da e veloce, con­ta­gian­do numerosi anziani ricoverati nelle strut­ture, per­sone frag­ili e deboli. Vor­rem­mo capire la regione Lazio cosa sta facen­do per affrontare e pre­venire il fenom­e­no e se sia sta­ta fat­ta una map­patu­ra delle strut­ture socio-assis­ten­ziali nelle cinque province del Lazio, oltre a tam­poni su tut­ti gli oper­a­tori e gli ospi­ti di case di cura e Rsa. Ser­vono risposte subi­ta­nee e con­vin­cen­ti su un con­testo poten­zial­mente esplo­si­vo. Invi­ti­amo il pres­i­dente Zin­garet­ti e l’assessore D’Amato a fare il pun­to, altri­men­ti depositer­e­mo un espos­to alla Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Roma”.
Così, in una nota, l’as­so­ci­azione Assotutela