Coronavirus, Fdi: “Chiarezza su paziente zero in clinica Casal Palocco. Pronto esposto”

Coronavirus, Fdi: “Chiarezza su paziente zero in clinica Casal Palocco. Pronto esposto”

08/04/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1368 volte!

“L’Italia è un Paese con gran­di risorse, impor­tan­ti pro­fes­sion­al­ità e a queste pos­si­amo far rifer­i­men­to per andare avan­ti ma in qualche caso le deci­sioni assunte ci pre­oc­cu­pano. In tal sen­so, siamo forte­mente pre­oc­cu­pati per quan­to sarebbe accadu­to in una strut­tura spe­cial­iz­za­ta in car­di­olo­gia quale l’istituto clin­i­co di Casal Paloc­co, accred­i­ta­to con 98 posti let­to come Covid Hos­pi­tal: una deci­sione, quel­la pre­sa qualche giorno fa dall’assessorato regionale alla San­ità, a nos­tro giudizio fuori luo­go e illog­i­ca nel­la for­ma e nel­la sostan­za”. Lo dichiara­no, in una nota, il con­sigliere regionale FDI Lazio, Gian­car­lo Righ­i­ni, e i diri­gen­ti di Fratel­li d’Italia, Michel Emi Mar­i­ta­to e Fed­eri­co Roc­ca, che poi sot­to­lin­eano. “Ques­ta la sto­ria. La “paziente zero” di Roma, la pri­ma ad ammalar­si nel­la nos­tra cit­tà e ricov­er­a­ta nel pre­sidio di Casal Paloc­co, è sta­ta dimes­sa con diag­nosi di neg­a­tiv­ità risul­tan­do, come ripor­ta­to anche dal­la stam­pa, pochi giorni dopo di nuo­vo pos­i­ti­va, con poten­ziale peri­co­lo per tut­ta la col­let­tiv­ità. Chiedi­amo all’assessore regionale alla San­ità Alessio D’Amato e al pres­i­dente Nico­la Zin­garet­ti di far luce sul­la vicen­da, altri­men­ti sarà nos­tra cura depositare un espos­to denun­cia alla Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Roma”. Quan­to alle con­dizioni delle strut­ture, i tre espo­nen­ti Fdi con­tin­u­ano: “Alla luce di quan­to accadu­to, vor­rem­mo che il dipar­ti­men­to di Pre­ven­zione del­la Asl ter­ri­to­ri­ale Roma 3 effet­tui le ver­i­fiche del caso sul­la ges­tione dei pazi­en­ti del­la clin­i­ca di Casal Paloc­co nei repar­ti des­ti­nati ad accogliere malati ad alta con­ta­giosità. Il ritorno alla nor­mal­ità, oltre che dal­la dis­ci­plina dei cit­ta­di­ni, dipende anche dal­la ges­tione delle strut­ture. In caso di per­sis­ten­ti vio­lazioni adi­re­mo tutte le sedi nec­es­sarie per denun­cia­re la situ­azione”, chiosano Righ­i­ni, Mar­i­ta­to e Roc­ca.
Con­di­vi­di: