CORONAVIRUS, ASSOTUTELA: “APP NO ASSEMBRAMENTI È PALLIATIVO INUTILE DI RAGGI”

CORONAVIRUS, ASSOTUTELA: “APP NO ASSEMBRAMENTI È PALLIATIVO INUTILE DI RAGGI”

27/03/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 711 volte!

“In piena emer­gen­za Coro­n­avirus la sin­da­ca di Roma, Vir­ginia Rag­gi, ha annun­ci­a­to in pom­pa magna la nuo­va fun­zione del Sus, il Sis­tema Uni­co di Seg­nalazione, mes­sa a dis­po­sizione sul sito del Campi­doglio che per­me­tte di indi­care even­tu­ali assem­bra­men­ti. Un servizio, a pri­ma vista utile, ma che nasconde una serie di rischi e crit­ic­ità non indif­fer­en­ti. Innanz­i­tut­to non si intravede asso­lu­ta­mente la neces­sità di isti­tuire un servizio di delazione alter­na­ti­vo al 112 per ciò che a sen­sazione un cit­tadi­no può con­sid­er­are irre­go­lare o meno. Sec­on­do, il con­trol­lo e il mon­i­tor­ag­gio del ter­ri­to­rio spet­tano alle forze dell’ordine che, con il Sus, rischi­ano di essere chia­mate ad appro­fondire situ­azioni seg­nalate che potreb­bero poi non rispec­chiare la realtà denun­ci­a­ta, con la con­seguen­za nefas­ta di far perdere loro tem­po prezioso, a dis­capi­to del con­trol­lo di con­testi real­mente crim­i­nosi o ille­gali. Per ques­ta ragione, reputi­amo che il Sus non sia una cosa buona, ma un pal­lia­ti­vo medi­ati­co da parte del­la sin­da­ca Rag­gi”.
Così, in una nota, il pres­i­dente di Asso­tutela, Michel Emi Mar­i­ta­to.


Invi­a­to da iPhone

Con­di­vi­di: