Lanuvio/Castelli romani. Coronavirus. Sonaglioni (PCI) sostiene richieste locali di Artigianato e Commercio

Lanuvio/Castelli romani. Coronavirus. Sonaglioni (PCI) sostiene richieste locali di Artigianato e Commercio

22/03/2020 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 11675 volte!

Andrea Sonaglioni, seg­re­tario del PCI Castel­li romani


E’ da poco sta­ta resa nota una inizia­ti­va di Arti­giani e Com­mer­cianti dei Castel­li romani. In par­ti­co­lare, l’Associazione com­mer­cianti ed arti­giani di Anzio, Ascomm-Anzio, in comu­nione di inten­ti con altre Asso­ci­azioni Nazion­ali di pro­fes­sion­isti e di set­tore, ed a nome e per con­to de: Asso­ci­azione Com­mer­cianti i Quartieri di Anzio, Asso­ci­azione Com­mer­cianti Il Tri­dente-Net­tuno, Asso­ci­azione Com­mer­cianti Net­tuno-via Romana, ACF, Asso­ci­azione Com­mer­cianti Frazioni di Mari­no, ACCS, Asso­ci­azione Com­mer­cianti Cen­tro Stori­co di Mari­no, UCM, Unione Com­mer­cianti Mari­no, Asso­ci­azione Com­mer­cianti di Monte Porzio Catone, Antium MMXIX, UCAL, Unione Com­mer­cianti Albano Laziale, ACG, Asso­ci­azione Com­mer­cianti Grotta­fer­ra­ta, Agel­pro 2013, Asso­ci­azione Geometri liberi pro­fes­sion­isti Anzio-Net­tuno, Con­sorzio Enolan,
UIF, Unione Imp­rese Fras­cati, A.C.AR., Asso­ci­azione Com­mer­cianti Aric­cia, Asso­ci­azione Com­mer­cianti Arti­giani e Pro­fes­sion­isti di Ciampino, Lince Italia S.p.A., ASSOCIAZIONE RIFS , RETE INSTALLATORI, Grup­po “Allarmisti per Pas­sione”, Grup­po “Pro­fes­sion­ista Elet­tri­co”, Rete nazionale instal­la­tori e prog­et­tisti, Grup­po “Pro­fes­sione: Allarmista d.o.c.”, Grup­po “ANTIFURTO-ANTINCENDIO- TVCC Prob­le­mi Tecnico/Normativi di ogni mar­ca”, han­no invi­a­to una nota al Gov­er­no in cui han­no svolto val­u­tazioni e pro­poste.

Castel­li romani dove cul­tura, arti­giana­to, natu­ra e sto­ria offrono pos­si­bil­ità con­crete per il com­mer­cio


Da ques­ta inizia­ti­va, Andrea Sonaglioni, seg­re­tario del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano dei Castel­li romani, prende spun­to per schier­ar­si net­ta­mente sul mer­i­to espres­so dagli arti­giani e com­mer­cianti col loro doc­u­men­to invi­a­to. “L’e­mer­gen­za Coro­n­avirus sta aven­do e avrà un impat­to for­tis­si­mo sul­la con­sue­ta con­dot­ta delle nos­tre vite, delle nos­tre relazioni e dei nos­tri com­por­ta­men­ti. Inevitabil­mente si sgre­tolano molte certezze riguardan­ti le strut­ture por­tan­ti del nos­tro sis­tema socio-eco­nom­i­co e in molti vi è la sen­sazione che tale sis­tema vada riv­is­to, cor­ret­to, sec­on­do noi — da sem­pre — ricostru­ito intera­mente col nos­tro cari­co di con­vinzioni storiche e politiche. – anal­iz­za il seg­re­tario comu­nista — Tut­to ciò sarà tema di dibat­ti­to pub­bli­co, almeno si aus­pi­ca, ma che inter­esserà la fase di decli­no irre­versibile del­la dif­fu­sione del virus ed il peri­o­do imme­di­ata­mente suc­ces­si­vo di ritorno alla nor­mal­ità. Oggi siamo alle prese con i bol­let­ti­ni quo­tid­i­ani angos­cianti del­la Pro­tezione Civile, con i casi di non osser­van­za delle dis­po­sizioni, con le scene di pan­i­co in qualche super­me­r­ca­to, con i bal­coni che non can­tano più, con la quar­an­te­na forza­ta. In questo quadro il Gov­er­no sta provan­do a gestire una situ­azione, va riconosci­u­to, di com­p­lessità uni­ca. Tralas­cian­do per il momen­to la legit­tim­ità — nel­la for­ma e nel­la tem­p­is­ti­ca — dei provved­i­men­ti (ma è argo­men­to di dibat­ti­to impor­tante tra giuristi e cos­ti­tuzion­al­isti) e con­cen­tran­do­ci sul nos­tro ter­ri­to­rio, il PCI Castel­li Romani, nel rimar­care il ritar­do ingius­ti­fi­ca­bile con cui è mat­u­ra­ta — accoglie con favore la chiusura di tutte le attiv­ità non nec­es­sarie annun­ci­a­ta ieri in tar­da ser­a­ta dal Pres­i­dente del Con­siglio dei Min­istri. – con­tin­ua Sonaglioni soste­nen­do l’iniziativa degli oper­a­tori eco­nomi­ci castel­lani — Una misura che abbi­amo invo­ca­to da giorni, insieme a tante altre realtà politiche e sociali, e che pone al cen­tro la salute dei lavo­ra­tori, non adeguata­mente tute­lati ed esposti a rischi inutili, spe­cial­mente in quelle aree del Paese dove il virus sta cau­san­do più sof­feren­za, soprat­tut­to in con­seguen­za dei tagli indis­crim­i­nati pati­ti dal SSN (altro che autono­mia dif­feren­zi­a­ta!) e dalle pres­sioni degli indus­tri­ali a tenere vivi i loro prof­itti.

Andrea Sonaglioni, seg­re­tario PCI Castel­li romani

A tal propos­i­to accogliamo e soste­ni­amo l’ap­pel­lo che le asso­ci­azioni delle micro-imp­rese e le PMI dei Castel­li Romani e del litorale romano han­no invi­a­to nelle ultime ore a Con­te e al Min­istro del­l’e­cono­mia Gualtieri. Le mis­ure annun­ci­ate da Con­te, per­al­tro, rac­col­go­no gran parte delle disponi­bil­ità avan­zate nel­l’ap­pel­lo dei pic­coli arti­giani e com­mer­cianti che espres­sa­mente richiede, a ragione, con­tro­misure di sosteg­no al red­di­to e sospen­sione delle spese per mutui e oneri ammin­is­tra­tivi. Rilan­ci­amo chieden­do a Gov­er­no e Par­la­men­to di for­mu­la­re provved­i­men­ti di sosteg­no a tut­ti i lavo­ra­tori del pic­co­lo com­mer­cio, un ramo che carat­ter­iz­za forte­mente il nos­tro ter­ri­to­rio, e che met­ta gli enti locali nelle con­dizioni di avere mar­gi­ni di flessibil­ità per andare incon­tro alle caren­ze con­tribu­tive che reg­istr­eran­no a segui­to del­la chiusura delle attiv­ità pro­dut­tive non nec­es­sarie. – quin­di Andrea Sonaglioni con­clude — Un’ul­ti­ma con­sid­er­azione di carat­tere inter­nazionale: la Cina ci invia mascher­ine, ven­ti­la­tori e medici, così come Cuba e Venezuela; il Viet­nam — che ha reg­is­tra­to le migliori prestazioni di ges­tione del virus — ci spedisce kit per tam­poni, la Rus­sia attrez­za­ture mediche e stru­men­ti. Gli USA, se non ci sono bombe da inviare e gov­erni non allineati da roves­cia­re, restano non per­venu­ti. L’is­ti­tuzione Unione Euro­pea, dal can­to suo, si con­fer­ma incon­sis­tente, inadegua­ta, inutile e dan­nosa. A voi le con­clu­sioni, la nos­tra è sem­pre la soli­ta: social­is­mo o bar­barie.

Con­di­vi­di: