CORONAVIRUS, TISO(LABOR): “SEMPRE ATTENTI AI BISOGNI CITTADINI. INSIEME BATTEREMO IL VIRUS”

CORONAVIRUS, TISO(LABOR): “SEMPRE ATTENTI AI BISOGNI CITTADINI. INSIEME BATTEREMO IL VIRUS”

11/03/2020 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 784 volte!

“Da qualche giorno, in segui­to al decre­to emana­to dal gov­er­no nazionale, tut­ta Italia è sta­ta dichiara­ta “zona pro­tet­ta”, in segui­to all’e­mer­gen­za Coro­n­avirus Covid-19, e questo con­testo, oltre a mod­i­fi­care le abi­tu­di­ni di vita di mil­ioni di ital­iani, ha por­ta­to non poche crit­ic­ità per quan­to con­cerne l’or­ga­niz­zazione del­l’as­sis­ten­za al cit­tadi­no”. Così, in una nota, Carmela Tiso, pres­i­dente del patrona­to Labor, con una rete di centi­na­ia di sedi in tut­ta Italia, pro­mosso e sostenu­to dal­la Con­feu­ro, la Con­fed­er­azione degli agri­coltori europei e del mon­do. Il pres­i­dente Carmela Tiso, poi, sot­to­lin­ea: “Tut­tavia, come già accadu­to nelle scorse set­ti­mane per le “zone rosse” del Nord Italia, col­pite dal virus, le nos­tre sedi ter­ri­to­ri­ali non si sono mai tirate indi­etro, assi­cu­ran­do sosteg­no in mate­ria prev­i­den­ziale, pro­fes­sion­ale e ammin­is­tra­ti­va, attra­ver­so pro­ce­dure telem­atiche (mail e tele­fonate) e tramite appun­ta­men­ti per­son­al­iz­za­ti, sem­pre nel com­ple­to rispet­to delle norme pre­viste dai recen­ti provved­i­men­ti gov­er­na­tivi. A nos­tro giudizio, infat­ti, va comunque offer­to un servizio di assis­ten­za ai cit­ta­di­ni, poichè — spie­ga il pres­i­dente del patrona­to Labor, Carmela Tiso — sono prossi­mi i ter­mi­ni di sca­den­za di impor­tan­ti prestazioni come le dis­oc­cu­pazioni agri­cole, e le Naspi: doc­u­men­tazioni che il richiedente è obbli­ga­to a pre­sentare, sec­on­do legge, pena la perdi­ta del­lo spet­tante impor­to eco­nom­i­co. Per ques­ta ragione voglio ringraziare forte­mente tut­ti i nos­tri oper­a­tori Labor che, in questo peri­o­do del­i­ca­to, si sono spe­si con impeg­no e dedi­zione, per garan­tire con il loro lavoro i dirit­ti dei cit­ta­di­ni”.

Carmela Tiso, però, pun­tu­al­iz­za: “Chiara­mente e pri­ma di ogni altra cosa, il nos­tro patrona­to rispet­ta in pieno le indi­cazioni del Gver­no e aus­pi­ca com­por­ta­men­ti civili e respon­s­abili. Nel caso in cui, al fine di assi­cu­rare anco­ra di più la tutela del­la salute, l’Esec­u­ti­vo decidesse di raf­forzare le mis­ure anti­con­ta­gio noi ci adeguer­e­mo. Ove il Gov­er­no emanasse un altro decre­to, il Patrona­to LABOR aus­pi­ca che insieme alle restrizioni, ci siano anche provved­i­men­ti che con­tengano appen­di­ci  per aiutare eco­nomi­ca­mente e social­mente le famiglie e le imp­rese del nos­tro Paese”, con­clude il pres­i­dente Tiso.

Con­di­vi­di: