Roma/Marino. Il PCI del Lazio ha dato il via al “Cantiere Aperto”: l’iscrizione al  Partito del 2020. Mauro Alboresi,  consegna simbolicamente la tessera.

Roma/Marino. Il PCI del Lazio ha dato il via al “Cantiere Aperto”: l’iscrizione al Partito del 2020. Mauro Alboresi, consegna simbolicamente la tessera.

09/02/2020 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1749 volte!

La tessera al PCI 2020


A mar­gine dell’iniziativa pub­bli­ca che Bib­lioPop ha orga­niz­za­to a S. Maria delle Mole in occa­sione del­la pre­sen­tazione del libro di Bruno Steri “Itin­er­ari Comu­nisti”, il seg­re­tario nazionale del PCI ha con­seg­na­to nelle mani del seg­re­tario del Lazio Oreste del­la Pos­ta, e del­la seg­re­taria di Roma Cristi­na Cir­il­lo, la tessera PCI 2020, “inti­to­la­ta” Cantiere Aper­to. “Questo, pro­prio a sig­nifi­care – ha com­men­ta­to Mau­ro Albore­si – che in ques­ta fase di ricostruzione del PCI, come sti­amo facen­do, ciò che con­ta non è una ade­sione fideista ver­so una glo­ria pas­sa­ta, che pure è, cer­ta, alle nos­tre spalle per la prove­nien­za che abbi­amo a base del nos­tro per­cor­so; ma, appun­to, è un appro­do sicuro dal­la prove­nien­za di tante sen­si­bil­ità, comu­niste e di sin­is­tra, e di tumul­tu­ose domande che in questo alveo si pos­sono agitare, per tan­ti com­pag­ni e tante com­pagne che han­no sub­ì­to la dias­po­ra comu­nista, l’inconsistenza del­la sin­is­tra.”. “E’ appun­to da ques­ta nos­tra idea del­la pre­sen­za orga­niz­za­ta comu­nista – ha sot­to­lin­eato Oreste del­la Pos­ta durante l’intervento al Comi­ta­to regionale del PCI Lazio due giorni fa – che ci spinge ad essere pro­tag­o­nisti del­la nos­tra pre­sen­za, anco­ra debole, nei luoghi di lavoro e di stu­dio e nei ter­ri­tori. Che ci spinge ad uti­liz­zare le nos­tre energie e la nos­tra inizia­ti­va polit­i­ca nei con­fron­ti dei prob­le­mi dei lavo­ra­tori, dei gio­vani, del futuro gri­gio con­seg­na­to­ci da gov­erni insip­i­en­ti, del­la crisi eco­nom­i­ca e sociale river­sa­t­aci dal cap­i­tal­is­mo inter­nazionale e nos­tra­no.”.

Mau­ro Albore­si, seg­re­tario nazionale; Oreste del­la Pos­ta, regionale; e Cristi­na Cir­il­lo, di Roma, mostra­no tessera PCI 2020 “Cantiere Aper­to”


“Con­fidi­amo – rimar­ca Cristi­na Cir­il­lo – che tan­ti grup­pi e organ­is­mi dif­fusi, impeg­nati nel­la dis­cus­sione di come inver­tire la ten­den­za al dis­im­peg­no, o alla ricer­ca dei dis­tin­guo non rimar­gin­abili per per­cor­si prece­den­ti, al con­trario, si pos­sano unire, ora, con noi, in un appro­fondi­men­to comune che sia appun­to un Cantiere Aper­to. Siamo pron­ti a rice­vere chi pone domande e chi offre risposte. L’idealità e i val­ori comu­nisti e la base antifascista e ant­i­cap­i­tal­ista sono certezze che non dob­bi­amo spie­gare, tut­to il resto pos­si­amo far­lo insieme”. “Anche a Mari­no, — ricor­da il seg­re­tario Ste­fano Ender­le – abbi­amo già inizia­to a con­cretiz­zare l’esigenza orga­niz­za­ti­va di raf­forza­men­to del Par­ti­to, con­seg­nan­do pro­prio le tessere al PCI 2020 Cantiere Aper­to in questi giorni. I com­pag­ni e le com­pagne che vogliono con­fer­mare o com­piere ques­ta scelta han­no la nos­tra pronta atten­zione”.
Con­di­vi­di:
error14
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20