Marino/S. Maria delle Mole. “Siate Protagonisti”: appello, richiesta di aiuto di BiblioPop ai cittadini.

Marino/S. Maria delle Mole. “Siate Protagonisti”: appello, richiesta di aiuto di BiblioPop ai cittadini.

07/12/2019 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 6251 volte!

Ser­gio San­ti­nel­li, Pres­i­dente di Acab/BiblioPop mostra il cal­en­dario che rac­coglierà mille euro per la bil­iote­ca popo­lare “G. Rosati”


Il Pres­i­dente di Acab/BiblioPop, Ser­gio San­ti­nel­li, dopo il den­so lavoro dell’ultima riu­nione del Comi­ta­to Esec­u­ti­vo dell’associazione che gestisce il Par­co e la ex chieset­ta a S. Maria delle Mole, appro­fondisce un tema. Pro­prio quel­lo iner­ente la bib­liote­ca “Gisel­da Rosati”. “E’ bene ricor­dare – esor­disce il Pres­i­dente – che tut­ta ques­ta nos­tra attiv­ità orig­inò gra­zie ad un pri­mo fon­do librario che ci fu dona­to. Altri pres­ti­giosi e sig­ni­fica­tivi ne seguirono. Tut­tavia, a noi piace soprat­tut­to avere sem­pre pre­sen­ti le decine di cit­ta­di­ni, che inscat­o­lati dei lib­ri li han­no por­tati , e anco­ra con­tin­u­ano a por­tar­li, a Bib­lioPop con l’intento di arric­chire un pat­ri­mo­nio cul­tur­ale a dis­po­sizione di tut­ti. Pro­prio questo – con­tin­ua San­ti­nel­li – è ciò che vogliamo fare per man­tenere fede all’impegno di chi ci ha det­to “vi diamo lib­ri purchè siano des­ti­nati a bene ed uso col­let­ti­vo”; ed è ciò che con­tinuiamo a fare. Anche alzan­do il liv­el­lo di qual­ità del­la nos­tra attiv­ità. Infat­ti – spie­ga il noto diri­gente socio­cul­tur­ale di S. Maria delle Mole – ora noi abbi­amo stret­to una con­ven­zione con Comune di Mari­no e con il Sis­tema Bib­liote­cario dei Castel­li Romani che ci con­sente di essere ter­mi­nale del Con­sorzio. In prat­i­ca, vuol dire che i 350.000 lib­ri e testi e video cat­a­lo­gati e gesti­ti dal Con­sorzio, pos­sono essere richi­esti, riti­rati per i presti­ti e ricon­seg­nati anche da qui: da Bib­lioPop. Pure se sia un testo che è deposi­ta­to a Vel­letri o Fras­cati o Gen­zano. Ovvi­a­mente è un servizio a cui ci si asso­cia: dieci euro per tut­to l’anno e com­prende la visione gra­tui­ta di stam­pa peri­od­i­ca e quo­tid­i­ana.

La sala gremi­ta di Bib­lioPop, con molte per­sone in pie­di anche fuori dal­la por­ta per la pre­sen­tazione di Gram­sci, una nuo­va biografia, di Ange­lo d’Or­si


Ciò vuol dire anche che le nos­tre strut­ture interne devono adeguar­si vista la con­tin­u­azione del­la nos­tra cat­a­logazione che res­ta sep­a­ra­ta (per­ché tan­tis­si­mi sono i volu­mi doppi pre­sen­ti già nel Sis­tema). Per l’adeguamento – sot­to­lin­ea Ser­gio San­ti­nel­li – abbi­amo neces­sità di rad­doppi­are l’attuale dotazione di scaf­fali. Ci cos­ta cir­ca mille euro. Non li abbi­amo e non sono pre­visti con­tribu­ti comu­nali. Per questo abbi­amo pen­sato di omag­gia­re i cit­ta­di­ni con un “cal­en­dario Bib­lioPop”, mag­a­ri dietro un con­trib­u­to libero che ci aiu­ti a rag­giun­gere la som­ma per l’acquisto delle decine di rip­i­ani che vogliamo alle­stire. Sono con­vin­to – con­clude il Pres­i­dente di Acab/BiblioPop – che non esiste un con­cet­to come “avere trop­pi lib­ri”. Esiste solo il con­cet­to di caren­za: non avere abbas­tan­za scaf­fali per accogliere le numerose don­azioni di lib­ri. Aspet­ti­amo nei prossi­mi giorni, che la vos­tra vic­i­nan­za che già reg­is­tri­amo in tutte le nos­tre attiv­ità, si con­cretizzi pure sta­vol­ta nel pren­dere il nos­tro cal­en­dario benau­gu­rante. Ci aspet­ti­amo che siate Pro­tag­o­nisti di cul­tura.”.

Scor­cio del­la man­i­fe­tazione di inti­to­lazione del par­co di Bib­lioPop a Mau­ra Car­roz­za.

Con­di­vi­di:
error0