FIRENZE, RIVOLUZIONE ANIMALISTA: “PET THERAPY DIVENTI PRATICA DIFFUSA IN ITALIA”

FIRENZE, RIVOLUZIONE ANIMALISTA: “PET THERAPY DIVENTI PRATICA DIFFUSA IN ITALIA”

25/11/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1158 volte!

“E’ un bel­lis­si­mo seg­nale quel­lo che arri­va dal­l’ospedale fiorenti­no di San­ta Maria Nuo­va, dove un paziente col­pi­to da ictus è rius­ci­to per la pri­ma vol­ta a pro­nun­cia­re spon­tanea­mente alcune frasi, quan­do ha vis­to il suo cane Phoebe: l’incontro si è avu­to gra­zie al prog­et­to “Pet Vis­it­ing”, pro­mosso dal­l’Azien­da san­i­taria Toscana. Non è un caso, infat­ti, che sem­pre più dot­tori, spe­cial­isti e oper­a­tori san­i­tari tro­vi­no nel­la cosid­det­ta “Pet Ther­a­py”, basa­ta sul­la inter­azione uomo-ani­male, una soluzione impor­tante e inno­v­a­ti­va, adot­ta­ta nel per­cor­so medico e ter­apeu­ti­co di numerosi pazi­en­ti, bam­bi­ni, anziani e malati ter­mi­nali. Riv­o­luzione Ani­mal­ista è asso­lu­ta­mente con­vin­ta che chi ama e vive con un ani­male sia mag­gior­mente spin­to alla social­iz­zazione e al sosteg­no del prossi­mo, sia in ambito sociale che san­i­tario, come accadu­to nel pre­sidio ospedaliero di Firen­ze. Una con­sapev­olez­za mat­u­ra­ta in tan­ti anni sul ter­ri­to­rio, dove ho sem­pre lavo­ra­to al fine di sti­mo­lare politiche per la tutela degli ani­mali e pro­mosso cam­pagne volte alla val­oriz­zazione del rap­por­to uomo-ani­male. L’auspicio che ques­ta prat­i­ca vir­tu­osa sia sti­mo­la­ta e dif­fusa da tut­ti i liv­el­li isti­tuzionale e in tut­to il Paese”.
Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del par­ti­to Riv­o­luzione Ani­mal­ista, Gabriel­la Cara­man­i­ca.