NASSIRYA, CAROL MARITATO (AT): “PACE E DEMOCRAZIA VALORI FONDAMENTALI”

NASSIRYA, CAROL MARITATO (AT): “PACE E DEMOCRAZIA VALORI FONDAMENTALI

12/11/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 866 volte!

Il 12 novem­bre 2003, un automez­zo cari­co di esplo­si­vo esplode di fronte la base dei Cara­binieri nel­la cit­tà di Nas­sirya, in Iraq: muoiono 19 ital­iani e 9 iracheni. Sono pas­sati tan­ti anni ma quel giorno è anco­ra indelebile nel­la memo­ria col­let­ti­va: una dram­ma nazionale, un lut­to per il nos­tro Paese che ci ha inseg­na­to a lottare con impeg­no e deter­mi­nazione con­tro l’azione deli­rante del ter­ror­is­mo inter­nazionale. Il mio pen­siero e la mia vic­i­nan­za van­no alle famiglie dei mil­i­tari e dei civili del­la trage­dia irachena. Per­sone cor­ag­giose, che affrontarono con grande com­postez­za il dolore per la perdi­ta subi­ta. Adesso come allo­ra, dunque, stringiamo­ci intorno a loro e ringrazi­amo al con­tem­po tut­ti i nos­tri sol­dati ital­iani che han­no com­bat­tuto e com­bat­tono quo­tid­i­ana­mente per affer­mare la pace e la democrazia”.

Così in una nota il vicepres­i­dente Asso­tutela e can­tautrice romana, Car­ol Mar­i­ta­to.