Roma. PCI: nessun dubbio la matrice è fascista! Solidali con la comunità della Pecora Elettrica

Roma. PCI: nessun dubbio la matrice è fascista! Solidali con la comunità della Pecora Elettrica

06/11/2019 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1251 volte!

L’in­cen­dio vile dei fascisti nel­la notte tra il 5 e il 6 novem­bre


Nel­la notte tra il 5 e 6 un nuo­vo rogo nel­la caffetteria/libreria “La Pec­o­ra Elet­tri­ca” a Roma, luo­go dichiarata­mente antifascista. Il locale, già dis­trut­to dalle fiamme da un incen­dio la notte del 25 aprile, avrebbe dovu­to riaprire domani. All’in­ter­no del­la libre­ria sareb­bero state trovate trac­ce di liq­ui­do infi­amma­bile. Lo si apprende da fonti inves­tiga­tive. I respon­s­abili sareb­bero entrati all’in­ter­no forzan­do la saraci­nesca. “L’in­cen­dio di stan­otte l’ha dis­trut­ta di nuo­vo. Sono entrati e han­no dato fuo­co a tut­to”, ha det­to il tito­lare del­la libre­ria. La libre­ria-caf­fè antifascista Pec­o­ra elet­tri­ca in via delle Palme, nel quartiere di Cen­to­celle, che pro­prio domani avrebbe dovu­to riaprire dopo la chiusura dovu­ta ad altro incen­dio. “Questo atto bar­bari­co – han­no dichiara­to il seg­re­tario del Comi­ta­to regionale e la seg­re­taria del­la Fed­er­azione romana del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano – mostra due cose: da un lato che purtrop­po è vero c’è un’onda mon­tante di rig­ur­gi­ti fascisti nel Paese e a Roma e nel Lazio; da un altro lato seg­na la neces­sità di adeguare, per­ché oggi non lo è, il gra­do di vig­i­lan­za, di atten­zione, di unità delle forze demo­c­ra­tiche antifas­ciste”. La dichiarazione, con­tin­ua riv­ol­gen­dosi alla comu­nità del­la Pec­o­ra elet­tri­ca e alle forze demo­c­ra­tiche antifas­ciste: “esprim­i­amo totale sol­i­da­ri­età alla pro­pri­età, alla ges­tione e alla comu­nità che ha elet­to a luo­go dell’antifascismo la libre­ria bistrot. Nel con­tem­po invi­ti­amo le forze politiche demo­c­ra­tiche e le orga­niz­zazioni sociali e cul­tur­ali di Roma e del Lazio a creare un momen­to che suoni sol­i­da­ri­età cer­to, ma che sia anche dura rispos­ta uni­taria con­tro ogni pre­sen­za fascista nel­la nos­tra regione e nel­la nos­tra cit­tà”.
Dichiarazione con­giun­ta del­la seg­re­taria del­la Fed­er­azione romana PCI, Cristi­na Cir­il­lo, e di Oreste del­la Pos­ta, seg­re­tario regionale del PCI Lazio.