Roma. Contro l’aggressione militare di Erdogan! Giù le mani dal popolo Curdo e dalla Siria! Ritiro immediato delle truppe turche!

Roma. Contro l’aggressione militare di Erdogan! Giù le mani dal popolo Curdo e dalla Siria! Ritiro immediato delle truppe turche!

18/10/2019 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 999 volte!

Oreste del­la Pos­ta, seg­re­tario regionale PCI Lazio

I Comu­nisti del Lazio con­dan­nano l’aggressione mil­itare del­la Turchia di Erdo­gan alle milizie curde e l’invasione del ter­ri­to­rio del legit­ti­mo sta­to sovra­no del­la Repub­bli­ca di Siria, in cor­so da alcu­ni giorni, dopo che, col cin­is­mo e l’ipocrisia tipi­ca dell’imperialismo, il pres­i­dente USA Don­ald Trump ave­va sostanzial­mente dato il suo via lib­era alla Turchia, inizian­do il rapi­do ritiro delle truppe amer­i­cane stanzi­ate nel nord del­la Siria. I bom­bar­da­men­ti turchi con­tro la popo­lazione civile e le milizie dell’YPG (Unità di Autod­ife­sa Popo­lare) han­no cre­ato una situ­azione gravis­si­ma. Dopo la guer­ra vit­to­riosa con­tro lo sta­to islamista fascista del Daesh, guer­ra che ave­va nei fat­ti sbaraglia­to le pretese dell’ISIS di cos­ti­tuire nei ter­ri­tori siri­ani ed iraqeni uno sce­ic­ca­to fon­da­men­tal­ista, basato sull’integralismo islam­i­co e sul ter­rore nei con­fron­ti del­la popo­lazione civile, soprat­tut­to delle donne, facen­do tornare l’intero ter­ri­to­rio al medio­e­vo più oscuro, ora, pro­prio i fon­da­men­tal­isti islam­i­ci sono i mag­giori ben­e­fi­cia­ri del­la san­guinosa offen­si­va di Erdo­gan. Approf­ittan­do del­la situ­azione, centi­na­ia di ter­ror­isti dell’ISIS sono rius­ci­ti a fug­gire dai campi di deten­zione nei quali era­no sta­ti rinchiusi e le milizie islamiste si stan­no rior­ga­niz­zan­do e com­bat­tono a fian­co degli inva­sori turchi, con­suman­do le loro bar­bare vendette. Non si con­tano più le vit­time civili. La mil­i­tante cur­da Hevrin Kha­laf, che da anni era impeg­na­ta nel­la dife­sa dei dirit­ti delle donne e per la coesisten­za paci­fi­ca tra i cur­di, i cris­tiani e gli ara­bi siri­ani è sta­ta uccisa in maniera orri­bile sec­on­do lo stile dei fascisti islamisti. L’esercito rego­lare siri­ano del Pres­i­dente Assad si è schier­a­to ora a fian­co delle milizie curde per fer­mare l’invasione e lo stes­so stan­no facen­do le unità mil­i­tari russe pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio. La fol­lia nazion­al­ista di Erdo­gan e la fel­lonia dell’imperialismo USA rischi­ano di scatenare una peri­colosa esca­la­tion di ulte­ri­ore guer­ra e vio­len­za, capace di innescare un con­flit­to di por­ta­ta mon­di­ale. I comu­nisti del Lazio sono a fian­co del popo­lo cur­do e del gov­er­no siri­ano, per­ché vengano riconosciute le legit­time richi­este di autono­mia dei popoli cur­di di Siria, Turchia, Iraq, Iran, e per­ché in Siria si pos­sa ripristinare quel cli­ma laico di con­viven­za civile tra le varie cul­ture e reli­gioni, e di riconosci­men­to dei dirit­ti delle donne pre-esistente agli attac­chi delle for­mazioni ter­ror­iste islamiste. Invi­tano tutti/e i sin­ceri demo­c­ra­ti­ci e le sin­cere demo­c­ra­tiche alla mobil­i­tazione ed alla parte­ci­pazione alle moltepli­ci man­i­fes­tazioni di sol­i­da­ri­età in cor­so.
La Seg­rete­ria regionale del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano del Lazio.
Con­di­vi­di:
error0