Trapani, aeroporto: i Comuni pagano a Ryanair la prima tranche del debito

Trapani, aeroporto: i Comuni pagano a Ryanair la prima tranche del debito

17/10/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 319 volte!

Il territorio mantiene il suo impegno: i Comuni pagano a Ryanair la prima tranche del debito

Le somme pari a 350 mila euro sono dovute per i mancati versamenti dell’accordo di compartecipazione vigente dal 2014–2017

 

Lo ha comu­ni­ca­to il pres­i­dente del­la Cam­era di Com­mer­cio di Tra­pani, Pino Pace, via what­sapp ques­ta mat­ti­na al pres­i­dente di Airgest, soci­età di ges­tione del­l’aero­por­to Vin­cen­zo Flo­rio di Tra­pani Bir­gi, Sal­va­tore Ombra: la pri­ma tranche del deb­ito dei comu­ni tra­pane­si ver­so la com­pag­nia aerea Ryanair è sta­to paga­to. Il tut­to è accadu­to a dis­tan­za di soli tre giorni dal­l’in­con­tro con­vo­ca­to a Tra­pani, lo scor­so lunedì, con tut­ti i sin­daci del ter­ri­to­rio per svilup­pare una strate­gia comune per il rilan­cio del­lo sca­lo.

Le ragioni del debito verso Ryanair

Si trat­ta di cir­ca 100 mila euro, a fronte di 350 mila dovu­ti e un’altra tranche di 50 mila euro sarà paga­ta, a stret­to giro, come già garan­ti­to dal sin­da­co di Valderice, appe­na verserà la som­ma. Il deb­ito è sta­to deb­ito mat­u­ra­to quan­do, nel 2014, i 24 comu­ni del­la provin­cia di Tra­pani insieme alla Cam­era di Com­mer­cio di Tra­pani, sot­to­scrissero con Ryanair un con­trat­to di com­parte­ci­pazione per la pro­mozione del ter­ri­to­rio e con­seguente­mente per l’attivazione di voli. Il con­trat­to, che si som­ma­va ad uno gemel­lo sot­to­scrit­to par­al­le­la­mente da Airgest,  ha avu­to valid­ità per il peri­o­do 2014–2017 e prevede­va un paga­men­to men­sile a favore di Ryanair, che l’ente cam­erale rac­coglie­va e poi ver­sa­va. Alcu­ni comu­ni non ver­sarono la loro quo­ta, som­man­do anche numerosi ritar­di e cre­an­do il deb­ito.

Il commento del presidente di Airgest, Salvatore Ombra

Il pas­sag­gio è molto impor­tante e sig­ni­fica­ti­vo. Alla vig­ilia del­l’in­con­tro di lunedì scor­so, infat­ti, Sal­va­tore Ombra, ave­va fat­to un appel­lo all’u­nità e al fare lob­by per portare avan­ti l’in­ter­esse comune. Appel­lo che, dato il “beau geste”, è sta­to, con­di­vi­so e rispet­ta­to. «Ringrazio il pres­i­dente Pino Pace e tut­ti gli ammin­is­tra­tori per la col­lab­o­razione e per l’im­peg­no che ci stan­no met­ten­do, — ha sot­to­lin­eato il pres­i­dente di Airgest — come ave­vo det­to, questo pas­sag­gio for­male, ci da la forza di trattare con la com­pag­nia Ryanair da una posizione di rispet­to ed ottenere il mag­gior numero di trat­te per tornare a far volare i tra­pane­si e per sti­mo­lare il tur­is­mo in entra­ta».

Con­di­vi­di:
error0