MARINO. PCI: PROPOSTA COALIZIONE “ESSERE MARINO” PER 2021

MARINO. PCI: PROPOSTA COALIZIONEESSERE MARINOPER 2021

16/10/2019 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2173 volte!

MARCO ONOFRIO CONTRIBUISCE AL PROGRAMMA. MAURO AVELLO PORTAVOCE.

MARINO. OBBIETTIVO 2021: IL PCI INDICA UNA STRADA ALTERNATIVA AL DECADIMENTO ATTUALE DELLA CITTA’. INGRESSO IN SEGRETERIA DI MARCO ONOFRIO, PORTAVOCE PER LA COALIZIONEESSERE MARINO”, MAURO AVELLO.

da sin­is­tra: Mar­co Onofrio, Ste­fano Ender­le, Mau­ro Avel­lo

Il giudizio da cui partono i comu­nisti – dice nel­la Con­feren­za Stam­pa il seg­re­tario del­la sezione PCI Ste­fano Ender­le – è che la realtà in cui ope­ri­amo nel­la nos­tra cit­tad­i­na, tra­su­da deca­den­za. Eco­nom­i­ca, sociale, cul­tur­ale. Da alcune riu­nioni e da una assem­blea pub­bli­ca in cui abbi­amo appro­fon­di­to temi, modi e scelte da com­piere, abbi­amo indi­vid­u­a­to quel­lo che a nos­tro parere è la gius­ta scelta per Mari­no in vista del 2021.

Per questo siamo ono­rati ed orgogliosi di vedere come il nos­tro lavoro cap­il­lare degli ulti­mi anni, sia sta­to coro­na­to da suc­ces­si come l’apporto qual­i­ta­ti­vo che il com­pag­no Mar­co Onofrio, scrit­tore e intel­let­tuale di Mari­no, ha deciso di offrire al Par­ti­to e alla cit­tà. – Con­tin­uan­do, il seg­re­tario comu­nista, dal­la sala del­la “Casa dei sog­ni”, gen­til­mente con­ces­sa da Pun­to a Capo a Mari­no cen­tro, indi­ca Mau­ro Avel­lo – Il nos­tro com­pag­no Mau­ro Avel­lo, è sta­to scel­to quale Por­tav­oce delle ques­tioni ammin­is­tra­tive, sia di pro­gram­ma che di ind­i­rizzi politi­ci, che di politiche delle alleanze, in par­ti­co­lare del­la coal­izione che sti­amo pro­po­nen­do come per­cor­so in ques­ta occa­sione: Essere Mari­no.”

Prende la paro­la Mar­co Onofrio, lo scrit­tore pluripremi­a­to – in Italia e all’estero – che da intel­let­tuale lega­to al ter­ri­to­rio, ha fat­to una scelta: “Ho deciso che l’impianto uman­is­ti­co, del val­ore che gli uomi­ni e le donne rap­p­re­sen­tano durante la loro esisten­za, è quan­to mag­gior­mente si com­bi­na pos­i­ti­va­mente con la battaglia del marx­is­mo con­tro lo sfrut­ta­men­to e quin­di con­tro l’alienazione e con­tro chi vuole sia calpes­ta­ta la dig­nità di molti a van­tag­gio di priv­i­le­gi di pochi.

Insom­ma un modo di pen­sare e agire che coni­u­ga pro­prio con queste idee e con una orga­niz­zazione, uni­ca, che è capace di tradurre questo in pro­pos­ta polit­i­ca: il Par­ti­to Comu­nista Ital­iano. Per questo – sot­to­lin­ea Onofrio – ho deciso di met­tere a dis­po­sizione del par­ti­to e del­la coal­izione e del­la cit­tà e dei cit­ta­di­ni le mie capac­ità sogget­tive per parte­ci­pare a dare cor­po, soprat­tut­to una cor­posa strut­tura cul­tur­ale, ad una pro­gram­ma che sia base del­la alter­na­ti­va conc­re­ta allo sta­to comatoso in cui ver­sa la cit­tà.

Cer­to, figlia di più gen­er­ali prob­le­mi di fal­li­men­to delle med­i­cine cap­i­tal­is­tiche inter­nazion­ali, europee e del nos­tro Gov­er­no, ma anche ogget­ti­va­mente appe­san­tite da inca­pac­ità di scelta e di ges­tione del gov­er­no locale di cit­tà. Per questo il nos­tro filo propos­i­ti­vo vuole essere pro­prio il riconosci­men­to di Essere Mari­no, come mar­chio, come occa­sione, come capac­ità sol­i­dale, come qual­ità di vita di chi abi­ta, lavo­ra, stu­dia e vuol godere di occa­sioni di cul­tura e sport a Mari­no.”

IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

Mau­ro Avel­lo, noto in cit­tà per essere seg­re­tario effi­cace — con gran­di even­ti pro­posti, tut­ti di suc­ces­so – del cir­co­lo di Italia Cuba “Gino Donè”, è, ora, il Por­tav­oce del­la coal­izione che viene pro­pos­ta, Essere Mari­no, e ne moti­va il con­tenu­to pro­gram­mati­co e politi­co. “La pro­pos­ta, lun­gi dall’essere già tut­ta fat­ta – dice Avel­lo – è un per­cor­so che sarà svolto in veloc­ità. Cer­to deri­va da qual­cosa di pos­i­ti­vo che abbi­amo sper­i­men­ta­to negli ultimis­si­mi anni e mesi come le attiv­ità che con Acab con­du­ci­amo pres­so Bib­lioPop.

Ad esem­pio come sot­to­lin­ea­va Mar­co Onofrio, la chi­ave di cul­tura che pro­poni­amo ha l’anima di essere pronta ad appor­ti da sogget­ti politi­ci orga­niz­za­ti del­la sin­is­tra, ma anche di sin­goli com­pag­ni e com­pagne, così come ci aspet­ti­amo e sol­leciti­amo appor­ti pure da sin­goli cit­ta­di­ni che amano mis­urar­si coi prob­le­mi e con le soluzioni da indi­care pur se non apparte­nen­ti organi­ca­mente a scelte politiche cod­ifi­cate.

Questo, come indi­ca­to dal seg­re­tario Ste­fano Ender­le, ci con­sente di avere una trac­cia sicu­ra­mente che si basa sulle nos­tre sen­si­bil­ità pro­gram­matiche (no al cemen­to, val­oriz­zazione dell’ambiente, ruo­lo pri­mario dei beni arche­o­logi­ci ed artis­ti­ci, innesco eco­nom­i­co di un cir­co­lo vir­tu­oso per tur­is­mo, enogas­trono­mia e fruizione di beni imma­te­ri­ali, resti­tuzione ad un ruo­lo atti­vo con sosteg­no alle tante asso­ci­azioni oper­an­ti sul ter­ri­to­rio, ecc.), così come sug­li ori­en­ta­men­ti politi­ci (aper­tu­ra alla sin­is­tra purché alter­na­ti­va al PD, grup­pi e forze e sin­goli dis­tan­ti dall’attuale ges­tione a cinque stelle, capac­ità autono­ma di pro­porre soluzioni da parte di sin­gole per­son­al­ità); pro­gram­matic­ità e polit­i­ca che ci con­sente già di prevedere una coal­izione.

Perché?

Per­ché sap­pi­amo che non tut­to quan­to det­to potrà essere ricon­dot­to al solo Par­ti­to Comu­nista Ital­iano. Quin­di sicu­ra­mente Essere Mari­no avrà al pro­prio inter­no anche una lista PCI, ma c’è ampio spazio per altre dif­fer­en­ti forme, tutte con­ver­gen­ti a creare questo pro­gram­ma alter­na­ti­vo. Ecco per­ché coal­izione, ecco per­ché è un per­cor­so, ecco per­ché è davvero aper­to ad appor­ti.”. Durante la con­feren­za stam­pa, rispon­den­do ad alcune domande poste, è sta­to pos­si­bile anche tornare su questi medes­i­mi con­cetti che sono sta­ti rac­colti in un breve video (ripreso dal­la gior­nal­ista Francesca Mar­ruc­ci) che sarà in queste ore vision­abile su youtube.

A mar­gine del­la Con­feren­za Stam­pa, i diri­gen­ti comu­nisti, e Mau­ro Avel­lo in par­ti­co­lare, han­no tenu­to a rimar­care che “è da adesso che com­in­cia il per­cor­so di con­fron­to, di sin­te­si, di arric­chi­men­ti rec­i­pro­ci. Tan­ti ce ne aspet­ti­amo, molti ne pro­muover­e­mo, tut­ti saran­no utili a far rinascere la nos­tra cit­tà, davvero noi vogliamo Essere Mari­no!”. A liv­el­lo orga­niz­za­ti­vo, la sezione del PCI “E. Berlinguer” di Mari­no è ora così com­pos­ta: Seg­re­tario Ste­fano Ender­le, respon­s­abili pro­gram­ma ammin­is­tra­ti­vo Mar­co Onofrio e Mau­ro Avel­lo, orga­niz­zazione Mau­r­izio Iagher, respon­s­abile attiv­ità asso­cia­tive Ser­gio San­ti­nel­li, comu­ni­cazione Mau­r­izio Aver­sa, Por­tav­oce del­la nascente coal­izione “Essere Mari­no” Mau­ro Avel­lo.