IL “CODICE ROSSO” IN CASSAZIONE: DIALOGO ACCESO TRA AVVOCATI E MAGISTRATI

ILCODICE ROSSOIN CASSAZIONE: DIALOGO ACCESO TRA AVVOCATI E MAGISTRATI

08/10/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 612 volte!

Gran­dis­si­ma parte­ci­pazione in Corte di Cas­sazione in occa­sione del con­veg­no, orga­niz­za­to nel­la gior­na­ta di oggi dal­la Com­mis­sione Prog­et­to Don­na dell’Ordine degli Avvo­cati di Roma. In una sala degli avvo­cati gremi­ta in ogni ordine di pos­to, si è tenu­to un dibat­ti­to, a trat­ti assai acce­so ma sem­pre cor­ret­to e leale, tra avvo­cati e mag­is­trati. In par­ti­co­lare sono state ogget­to di anal­isi le novità del­la legge n. 69 del 2019 e i suoi lim­i­ti applica­tivi, soprat­tut­to con rifer­i­men­to alle nuove modal­ità di con­trol­lo del sot­to­pos­to alle mis­ure caute­lari e del­la dis­ci­plina intertem­po­rale.

Deg­ni di nota, tra i tan­ti autorevoli, sono sta­ti gli inter­ven­ti del Giu­dice Vale­rio de Gioia e dell’Avvocato Gas­sani che, quali cura­tore dell’opera, “Codice Rosso”, edi­to da LaTri­buna, han­no dato appun­ta­men­to a tut­ti al con­gres­so di ven­erdì 11 otto­bre, ore 9,30 orga­niz­za­to dall’Ami — Asso­ci­azione Mat­ri­mo­ni­al­isti Famil­iaristi Ital­iani — pres­so l’hotel Cicerone di Roma.