REGIONE LAZIO, UN PIANO FORMATIVO SUL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO PER OLTRE 600 PROFESSIONISTI

REGIONE LAZIO, UN PIANO FORMATIVO SUL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO PER OLTRE 600 PROFESSIONISTI

30/09/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1265 volte!

La presentazione il 3 ottobre nella sala Tirreno — Palazzina C via Rosa Raimondi Garibaldi 7

Stru­men­ti e strate­gie effi­caci di cura e riabil­i­tazione per affrontare e gestire il fenom­e­no del Dis­tur­bo del Gio­co d’Azzardo Pato­logi­co. Si ter­rà il 3 otto­bre nel­la Sala Tir­reno del­la Regione Lazio, a par­tire dalle ore 10.30, la pre­sen­tazione del prog­et­to di for­mazione regionale sul Dga (Dis­tur­bo gio­co d’azzardo) che coin­vol­gerà 500 pro­fes­sion­isti oper­an­ti nelle Aziende san­i­tarie locali e ospedaliere nonché 80 prove­ni­en­ti da strut­ture pri­vate accred­i­tate, oltre ai 75 oper­a­tori sociali di Enti pub­bli­ci, del Ter­zo set­tore e sco­las­ti­ci.

La Regione Lazio ha stanzi­a­to un fon­do di 620.000 euro per questo per­cor­so for­ma­ti­vo che vede come sogget­ti attua­tori la ASL Roma 1 (capofi­la), la ASL Roma 4, la Asl Frosi­none e la ASL Rieti, un pro­gram­ma ser­ra­to in quat­tro anni che mira ad incre­mentare le conoscen­ze spe­cial­is­tiche di chi si occu­pa di diag­nosi e cura e di svilup­pare il sis­tema di rete per il con­trasto al gio­co d’azzardo su scala regionale. Pre­vis­to anche un mon­i­tor­ag­gio con­tin­uo nel­la fase di appli­cazione prat­i­ca.

Gli step del piano ver­ran­no illus­trati dal Comi­ta­to tec­ni­co-sci­en­tifi­co, com­pos­to da Onofrio Cas­ciani (ASL Roma 1), Adele Di Ste­fano (ASL Frosi­none), Rossel­la Paci­fi­co (ASL Rieti) e Giuseppe Bar­let­ta (ASL Roma 4), insieme all’approfondimento del fenom­e­no, con dati del­la ricer­ca epi­demi­o­log­i­ca con­dot­ta nel 2018 dall’Istituto Supe­ri­ore di San­ità.

Il prog­et­to di for­mazione degli oper­a­tori rien­tra nel più ampio piano bien­nale regionale per il con­trasto del gio­co d’azzardo pato­logi­co pro­mosso dall’assessorato alle Politiche sociali, in col­lab­o­razione con la San­ità. Il 3 otto­bre sarà anche l’occasione per illus­trare gli altri pilas­tri delle politiche del­la Regione Lazio con­tro il Gap.

All’apertura dei lavori sarà pre­sente anche Alessan­dra Tron­car­el­li Asses­sore Politiche sociali, Wel­fare ed Enti locali, Regione Lazio.