ESANATOGLIA, COMUNE E TULIPANO BIANCO INSIEME PER L’INAUGURAZIONE DI “ORTO IN COMUNE”

ESANATOGLIA, COMUNE E TULIPANO BIANCO INSIEME PER L’INAUGURAZIONE DIORTO IN COMUNE

21/09/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 473 volte!

La sol­i­da­ri­età de “Il Tuli­pano Bian­co” sbar­ca di nuo­vo ad Esanatoglia, uno dei paese del mac­er­atese col­pi­to dal ter­re­mo­to del 2016. Dopo aver dona­to le poltrone per gli ospi­ti del Cen­tro Diurno per anziani “S.M. Mad­dale­na” e l’aula infor­mat­i­ca alla scuo­la sec­on­daria di pri­mo gra­do “Car­lo Alber­to Dal­la Chiesa”, l’associazione del pres­i­dente Francesco Gior­dani dà vita a una nuo­va inizia­ti­va di pro­mozione sociale, in col­lab­o­razione e sin­er­gia con l’Amministrazione comu­nale di Esanatoglia. Il prog­et­to si chia­ma “Orto in Comune” e l’inaugurazione è pre­vista per il prossi­mo marte­di 24 set­tem­bre, a par­tire dalle ore 12, pres­so la Casa di riposo “San­ta Maria Mad­dale­na”, via Bras­ca Bar­toc­ci 35. Saran­no pre­sen­ti, tra gli altri, il sin­da­co di Esanatoglia, Lui­gi Nazareno Bar­toc­ci, l’assessore ai Servizi Sociali e For­mazione del Comune di Esanatoglia, Deb­o­ra Brug­no­la, e il pres­i­dente dell’associazione “Il Tuli­pano Bian­co”, Francesco Gior­dani. Cit­ta­di­ni e stam­pa sono invi­tati a parte­ci­pare. “Siamo di fronte a un per­cor­so impor­tante, che rac­chi­ude aspet­ti sociali e for­ma­tivi – fan­no sapere da Il Tuli­pano Bian­co e dal Comune di Esanatoglia -. Svol­gere lavori come questi aiu­ta l’inclusione e la relazione tra le per­sone. In questo prog­et­to, gli ospi­ti del­la Casa di Riposo San­ta Mad­dale­na di Esanatoglia, insieme ai bim­bi del­la scuo­la comu­nale, svol­ger­an­no man­sioni come la sem­i­na, la rac­col­ta dei frut­ti e dei fiori, vale a dire tutte quelle attiv­ità che sti­molano l’olfatto, la vista, il tat­to o l’udito e incre­men­tano capac­ità e com­pe­ten­ze. E saran­no coa­d­i­u­vati da alcu­ni sogget­ti in sta­to di dif­fi­coltà, a cui ver­ran­no asseg­nati com­pi­ti di con­trol­lo dell’andamento del prog­et­to”