Stadio Roma e Qatar, un matrimonio che s’ha da fare?

Stadio Roma e Qatar, un matrimonio che s’ha da fare?

04/09/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1747 volte!

Le dichiarazioni rilas­ci­ate dal­l’am­bas­ci­a­tore del Qatar in Italia a un noto quo­tid­i­ano telem­ati­co nazionale rilan­ciano e con­fer­mano quan­to dici­amo ormai da tem­po: un pre­sun­to inter­esse arabo per l’acquisizione del­lo Sta­dio dell’As Roma Cal­cio. E dimostra­no come la visi­ta del­la sin­da­ca Rag­gi a Doha non fos­se sic et sem­pliciter per inizia­ti­va di carat­tere cul­tur­ale ma anche per par­lare di altri busi­ness. Ed è diret­ta­mente l’ambasciatore ha sot­to­lin­eato indi­ret­ta­mente, quan­do spie­ga che il Qatar è molto atten­to ad inve­stire nei prog­et­ti dove c’è dietro un forte poten­ziale, in qual­si­asi ambito. Per ques­ta ragione, sol­leciti­amo la Rag­gi a chiarire la pro­pria posizione. Quest’ultima ave­va rifer­i­to di trovar­si uffi­cial­mente lì al fine di svilup­pare col­lab­o­razioni in ambito eco­nom­i­co e cul­tur­ale tra il Qatar e Roma, ma non vor­rem­mo che lo Sta­dio del­la Roma fos­se la ragione vera di quel­la visi­ta: che l’impianto sia in qualche modo in bil­i­co sul­la via del sog­no amer­i­cano per diventare un sog­no tut­to arabo? Che l’emiro sia inter­es­sato all’even­tuale acquis­to del­lo sta­dio del­la Roma? Che la polit­i­ca di Roma stia facil­i­tan­do l’en­tra­ta di cap­i­tali ara­bi in Italia, tramite lo sport? E’ ora che i vari Rag­gi e Fron­gia escano dal silen­zio isti­tuzion­ali e dicano ai tifosi gial­lorossi come stan­no vera­mente le cose”.

Così, in una nota, il pres­i­dente nazionale di Asso­tutela, Michel Emi Mar­i­ta­to, già can­dida­to a sin­da­co del Comune di Roma.

Con­di­vi­di:
error0